Muriel: mai così bene a novembre

Muriel sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

I numeri del colombiano parlano chiaro: è la sua miglior stagione di sempre

L’ultima giornata di campionato l’ha confermato abbastanza chiaramente: Luis Muriel è in forma quasi smagliante. Dribbling brucianti, velocità d’esecuzione alle stelle e soprattutto quello che più serve a un attaccante: i gol. Contro il Sassuolo è arrivata la prima doppietta stagionale che ha portato il bottino complessivo del colombiano a quota 6 reti. È il suo record personale, mai aveva fatto così bene in un girone d’andata.

EVOLUZIONE – Se pensiamo che nella scorsa stagione lo stesso numero di reti dell’allora numero 24 blucerchiato arrivò contro il Torino alla 23.a giornata di campionato, il salto di qualità fatto in termini realizzativi è colossale: mai si era visto un Muriel così, sia a Genova che nelle precedenti esperienze italiane a Udine e Lecce, dove aveva mostrato solo parte del grande talento di cui dispone. Anche lui l’aveva detto tempo fa in un’intervista: «Ho illuso e poi deluso. Gli altri, ma prima me stesso: ero al Lecce e si parlava di Milan e Inter, ero all’Udinese e sembrava mi volesse l’Atletico Madrid, addirittura il Barcellona. E invece: grandi inizi, grandi cali. Ma ora “basta illusioni”, questo è l’anno. Non so cosa e quando mi è scattato in testa, però mi sono detto: “Se fallisci, se l’aspettano tutti: stavolta stupiscili. Non con una giocata nuova: con una testa nuova».