Connettiti con noi

Avversari

Napoli Sampdoria, blucerchiati in allerta: «Gattuso sa chi schierare»

Pubblicato

su

Luigi Cagni, ex calciatore, ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla partita che si svolgerà tra Napoli e Sampdoria. Le sue parole

Luigi Cagni, ex calciatore, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Marte in merito alla partita che si terrò tra Napoli e Sampdoria domenica 13 dicembre (ore 15.00) allo stadio Diego Armando Maradona.

LEGGI ANCHE – Napoli Sampdoria, streaming LIVE e diretta TV: dove vedere la partita

«Sampdoria? Finora ha avuto un percorso altalenante. Ranieri vuole cambiare qualcosa, forse i calciatori non hanno capito molto bene cosa voglia fare. Credo che la squadra sarà più equilibrata rispetto all’ultimo periodo. In questo momento è molto difficile valutare il percorso squadre. Gattuso contro la Sampdoria metterà chi gli può dare qualcosa in più dal punto di vista mentale e fisico. La squadra che ha pagato di più l’alternanza campionato-coppa? In primis la Lazio, l’ho vista sempre in affanno. Poi chiaramente l’Inter, che ha fatto una Champions League veramente brutta sotto tutti i profili. Non credo che ora riusciranno a recuperare in fretta questa batosta. Il contraccolpo credo ci sarà per via delle reazioni di Conte: non mi ha fatto una bella impressione nel post partita. Vuol dire che ci sono tensione ed ansia, queste cose le trasmetti ai giocatori. Intitolare il titolo di capocannoniere della Serie A a Paolo Rossi? Una cosa dovuta. Io lo marcai nel 1976 in un Brescia-Vicenza, fu dura perché era molto agile, veloce e intelligente. Aveva grandissima qualità ma era l’uomo che ti dava di più. Lui chiaramente era molto forte. La cosa che mi diede più fastidio fu la squalifica: mai posso pensare che uno come Paolo Rossi facesse qualcosa di scorretto».