Napoli – Sampdoria: i precedenti tra le due compagini

sampdoria muriel quagliarella
© foto www.imagephotoagency.it

Napoli – Sampdoria sarà il secondo anticipo della 19.a giornata di campionato. I precedenti sono tutti in favore della squadra di Sarri, ma la parola come sempre spetta al campo

Andare a guardare i precedenti di Napoli – Sampdoria è un po’ da autolesionisti, anche perchè le partite si giocano sul campo e non statistiche alla mano. Seppur indicative non significano nulla, saranno i novanta minuti di gioco a decretare quale delle due squadre si meriterà la vittoria. Per questo motivo, possiamo analizzarle ma non dobbiamo darci troppo peso: quelle partite sono state giocate da altri uomini, in altre circostanze e la Sampdoria è padrona del proprio destino.
NAPOLI FAVORITO SULLA CARTA – È indubbio che il favore campo sia dalla parte del gruppo di Sarri, i partenopei hanno perso solo una volta in casa contro la Roma in questa stagione, mentre la Sampdoria è uscita vincente dalle mura del San Paolo ben 19 anni fa: 1998, doppietta di Laigle e tre punti che vanno ai blucerchiati. L’ultima vittoria del Napoli è quella che risale al campionato scorso, a Marassi, per 4-2 contro i ragazzi di Montella, l’ultimo pareggio invece è relativo alla partita di andata quando sulla panchina della Sampdoria sedeva ancora Walter Zenga. E ora è il momento di Giampaolo: se si volesse guardare alle cose per quelle che sono Montella ha perso, Zenga ha pareggiato magari è la volta che la Sampdoria riesca nell’impresa di portare via tre punti al Napoli. I precedenti a Napoli comunque sono in netto favore della squadra di Sarri: 21 vittorie contro le sole otto della Sampdoria dal 1946, 19 i pareggi per un totale di quarantotto partite disputate. A livello di gol realizzati conduce sempre il Napoli con le sue 66 contro le sole 42 dei blucerchiati. Le statistiche degli attaccanti le abbiamo già viste: la Sampdoria ha in Fernandes la bestia nera su cui fare affidamento, quasi sempre in gol contro il Napoli. Quagliarella è quello da cui ci si aspetta il gol dell’ex, seguito da una non esultanza e Muriel cerca da tempo di tornare al gol. La parola ora spetta al campo.