Osti: «Valuteremo il prolungamento di Torreira. Giampaolo? Uomo giusto per la Samp»

Osti Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Il Ds della Sampdoria Carlo Osti ha parlato delle situazioni contrattuali relative riguardanti Lucas Torreira e Marco Giampaolo: «Torreira è seguito da tanti, a fine campionato valuteremo anche un prolungamento. Giampaolo? E’ l’uomo giusto per portare avanti il nostro progetto»

Non c’è dubbio che quest’anno la Sampdoria, pur fra alti e bassi, abbia costituito una delle sorprese del campionato. Molti sono gli elementi che si sono guadagnati le luci della ribalta, stupendo positivamente per le proprie qualità: fra i vari Schick, Skriniar, Linetty – la lista è lunga – non vi è dubbio che ci sia anche Lucas Torreira. Arrivato dopo un anno di prestito al Pescara in Serie B, il centrocampista uruguagio sarebbe dovuto crescere alle spalle del ben più rodato Cigarini, ma la sua esplosione è stata repentina: posto da titolare fin dalla prima giornata di campionato, con buona pace dell’ex centrocampista atalantino, finito in panchina per l’intera stagione. L’unico nodo relativo la situazione del classe ’96 è rappresentato dal contratto, terreno sul quale c’è già stato più di uno scontro fra il procuratore del ragazzo, Pablo Betancourt, e la società blucerchiata. A fare chiarezza sulla situazione del numero 34 ci ha pensato Carlo Osti in un’intervista rilasciata a Zona 11PM di Rai Sport: «Torreira ha un contratto con la Sampdoria che scade il 30 giugno 2020, non ci sono problemi. Penso sia il metodista più forte e maturo in serie A, infatti lo seguono molte squadre: a fine giugno magari valuteremo anche eventualmente di prolungare il contratto».

GIAMPAOLO, L’UOMO GIUSTO – Un altro elemento blucerchiato che ha certamente stupito è l’allenatore, Marco Giampaolo: arrivato alla Sampdoria dopo una positiva stagione ad Empoli, era stato investito della difficile impresa di ripetere quanto di buono fatto vedere in Toscana anche a Genova, in una piazza dalla storia più gloriosa e dagli obiettivi più ambiziosi. Missione, peraltro, pienamente centrata: l’attuale nono posto rappresenta un netto miglioramento rispetto alla passata stagione, e il fatto di aver lanciato diversi giovani nel calcio che conta – rendendo possibili plusvalenze importanti in ottica di una futura rivendita – è un altro argomento a favore del tecnico svizzero. A confermare l’ottimo rapporto fra società e allenatore e la soddisfazione di tutto lo stato maggiore blucerchiato per l’ottimo campionato fin qui disputato è ancora il Ds Osti: «Il suo contratto scade a giugno 2018, noi vorremmo prolungare questo rapporto perché siamo convinti che sia l’allenatore giusto per la Sampdoria e per il nostro progetto che punta alla valorizzazione dei giovani: lo riteniamo l’uomo più adatto per portare avanti questo discorso».