Osti sostiene Ferrero: «È lui il presidente». E conferma Giampaolo

Il direttore sportivo Osti commenta le parole di Giampaolo: «Ci vedremo dopo il Chievo». E sulla cessione sostiene Ferrero

La Sampdoria risponde sempre presente quanto si tratta di collaborare alla crescita e al miglioramento delle strutture cittadine rivolte a bambini e ragazzi. Con questo spirito la società doriana ha contribuito alla ristrutturazione del campo sportivo polivalente dei giardini Dossetti di Campomorone, intitolato alla memoria di Samuele Robbiano, scomparso all’età di 8 anni con mamma Ersilia e papà Roberto nel crollo di ponte Morandi. Ecco le parole del direttore sportivo Carlo Osti a margine dell’inaugurazione: «Il nostro è un piccolo contributo, abbiamo permesso che i ragazzi, amici di Samuele, possano giocare in un campo polivalente. Loro devono sapere che Samuele c’è ancora e vive nella memoria. Bilancio? Lo faremo alla fine, abbiamo ancora tre partite d’importanza notevole. Queste ci permetteranno di fare valutazioni sui giocatori che abbiamo visto meno. Tutte le partite sono importanti e vanno onorate fino alla fine del campionato. Giampaolo? Tutte le valutazioni le abbiamo fatte con lui. È in scadenza nel 2020, ma per noi il nostro allenatore è lui. Abbiamo detto che ci saremo visti dopo la partita contro il Chievo e quella sarà l’occasione di parlare dei nostri programmi e capire se possiamo continuare insieme questo percorso».

«Noi siamo soddisfatti, perché in tre anni abbiamo visto una crescita e da parte nostra c’è la volontà di continuare. Ne parleremo privatamente, prima di esternare qualsiasi cosa. Le dichiarazioni post Parma? Non ci hanno spiazzato, siamo insieme da tre anni e ci conosciamo caratterialmente. Certi commenti possono essere dettate anche dall’andamento della garaLe parole vanno anche interpretate nel modo giusto – continua Osti – potevano anche essere interpretate in modo diverso. Faremo in modo di ritrovarci nella settimana precedente alla Juventus. Novità sulla cessione? Una società di calcio va sempre avanti, il nostro presidente è Massimo Ferrero e spero di andare avanti con lui perché in questi cinque anni mi sono trovato bene. Non vedo perché bisogna pensare ad altro. Vialli? È un grande personaggio, lo era da calciatore e mi ricordo che dovevo dargli dei calci per fermarlo. Avrebbe lo spessore per fare il dirigente ad altissimo livello, ma queste sono cose che volano al di sopra della mia testa».

1. Inaugurazione campo sportivo dei giardini Dossetti di Campomorone

2. Inaugurazione campo sportivo dei giardini Dossetti di Campomorone

3. Inaugurazione campo sportivo dei giardini Dossetti di Campomorone

4. Inaugurazione campo sportivo dei giardini Dossetti di Campomorone

5. Inaugurazione campo sportivo dei giardini Dossetti di Campomorone

6. Inaugurazione campo sportivo dei giardini Dossetti di Campomorone

7. Inaugurazione campo sportivo dei giardini Dossetti di Campomorone