Pagelle Samp-Chievo 2-0: Torreira d’autorità, Alvarez ispira

© foto www.imagephotoagency.it

Puggioni s.v. – Poco da fare: l’unica occasione del Chievo nel primo tempo viene spedita a lato da Inglese. (dal 1′ s.t. Tozzo s.v. – Troppo deciso nell’uscita iniziale su un avversario, non deve fare praticamente una parata in tutta la partita).

De Silvestri 6 – Il Chievo non sembra ancora aver ingranato e allora Lollo – fascia da capitano al braccio – non spinge e non soffre (dal 32′ s.t. Skriniar s.v. – Qualche minuto per sgranchirsi le gambe e giocare da centrale).

Silvestre 6.5 – Forse il più positivo della linea difensiva. Non ha dovuto osservare molto, ma nella ripresa si è rivista qualche chiusura difensiva del suo primo anno alla Samp, quando dimostrò di esser fondamentale. Ci auguriamo per lui un’impennata nel rendimento rispetto all’ultima annata.

Regini 6 – Una giornata abbastanza tranquilla quella del centrale, che ogni tanto smarrisce Inglese. Tuttavia, nessun danno procurato e la vittoria è in cassaforte.

Sala 6 – Continua l’esperimento di Giampaolo, che lo schiera a sinistra nella linea difensiva. Qualche sgroppata, ma poco da rilevare (dal 12′ s.t. P. Pereira 6 – Lui a sinistra ci ha già giocato, ma il tecnico lo prova su entrambi i lati del campo. Ordinato come sempre)

Eramo 6.5 – Bene nel primo tempo, nonostante sia ormai in dirittura d’arrivo il suo passaggio a Benevento. Se questo indica che la Samp deve lavorare per il centrocampo, la sua prestazione è un buon segnale: che Eramo possa essere ancora un patrimonio per questo club?

Torreira 6.5 – La rivelazione di questo ritiro. Nonostante sia un classe ’96, continua a dare segnali di personalità forti: non ha paura di scontrarsi con colleghi più esperti di lui, sradica palloni e imposta l’azione. In attesa di Cigarini, è bello sapere che si può ripartire da qualche certezza (dal 32′ s.t. Linetty s.v. – Esordio nel finale per il neo-acquisto della Samp: qualche tackle deciso, ma andrà valutato più avanti).

Ivan 6 – Motore del centrocampo odierno, si lancia nei duelli con i rispettivi avversari senza timore. Vedremo che utilizzo finale ne farà Giampaolo nella sua idea di Samp (dal 25′ s.t. Palombo 6 – Entrato in campo, Giampaolo lo mette davanti alla difesa. Si prende fascia di capitano e vecchio ruolo, non sfigurando).

Alvarez 6.5 – I migliori segnali dalle prime tre partite sono arrivati da lui. La Samp gli ha dato fiducia e lui pare intenzionato a ricambiarla. Anche oggi una buona prova e la palla-gol costruita con l’intuito per Quagliarella: se il resto dell’annata sarà come questo pre-stagione, sarà un 2016-17 da ricordare (dal 1′ s.t. Schick 5.5 – Non brillante come all’esordio nel primo test amichevole. Anche i ritmi blandi della ripresa non lo aiutano: nel finale Sorrentino gli nega il gol).

Muriel 6.5 – Assist e gol: sblocca la partita con la rete dell’1-0 e mette Quagliarella nelle condizioni di segnare il raddoppio. Ci sono dei buoni segnali, ma con il colombiano è sempre meglio andarci con i piedi di piombo… (dal 12′ s.t. Budimir 5.5 – Un po’ avulso dal gioco, vede pochi palloni e non riesce a chiudere la gara con il gol, dopo esser stato servito bene da Cassano).

Quagliarella 7 – Vedi Muriel, ma con più palloni riconquistati e soprattutto con la certezza che a modo suo potrà essere utile e concreto fin da subito per gli obiettivi blucerchiati (dal 19′ s.t. Cassano 6 – Qualche sprazzo in una Samp poco decisa. Entra quando la partita è ampiamente decisa, ma offre un delizioso assist a Budimir).