Pagelle Samp-Palermo 1-1: Alvarez e Skriniar disastrosi, Bruno il salvatore

© foto www.imagephotoagency.it

Viviano 6: Partita praticamente da spettatore per Viviano che si occupa principalmente di qualche disimpegno e qualche sporadico rinvio sulle azioni offensive del Palermo che si contano sulle dita di una mano. Incolpevole sul gol dove è la difesa a tradirlo e a toglierli ogni chance di poter intervenire.

Sala 5: Palloni giocati una quarantina, palloni sbagliati il 90% di essi: impreciso, leggero, timido, tutto quello che non dovrebbe essere un terzino. Pochissime anche le sovrapposizioni e i cross sono da dimenticare. Doveva essere la cura agli errori di Pereira ma proprio una sua leggerezza apre al vantaggio del Palermo con la collaborazione di Skriniar.

Skriniar 5: Sfiora il pari a poco dalla fine, fa anche una partita discreta ma il liscio su Nestorovski in occasione del gol è qualcosa sul quale non si può passare sopra. 5 partite giocate e 4 con gol sulla sua coscienza, davvero troppi.

Silvestre 6: Attento, preciso, non come il resto del reparto. Domina su ogni pallone che gli gravita intorno. Nestorovski con lui non prova neanche a duellare perché perde in partenza, purtroppo non riesce da solo a mantenere l’integrità difensiva.

Regini 6,5: Uno dei più positivi per la Samp: non commette errori, si propone spesso e ha idee non banali che però i compagni non capiscono. Fin qui la sua miglior stagione di sempre.

Barreto 6: Partita di grinta e sostanza da parte di Barreto con qualche errore di troppo soprattutto in fase di costruzione al quale rimedia quasi sempre. Ha sulla testa l’occasione del vantaggio ma un super Posavec gli dice di no.

Torreira 6: Era mancata la sua grinta a metà campo dove anche oggi domina gestendo innumerevoli palloni, quasi sempre con precisione. Riesce a mantenere l’ordine nel finale confusissimo, dando il là ad ogni manovra con l’aiuto di Praet.

Linetty 6: Il polacco offre un’altra buona prestazione, non arrivando però ai 90′ soliti. Non manca il suo contibuto alla manovra e alla rottura del gioco, ma finisce presto la benzina.

dal 19’st Bruno Fernandes 6,5: Entra al posto di Linetty per dare quel brio in più alla fase offensiva e con la Samp in svantaggio da 5 minuti: prova varie volte il suggerimento per i compagni poi decide di mettere i suoi piedi sul palcoscenico e a tempo scaduto trova la conclusione magnifica che vale un punto vitale per il Doria. Destro al volo che si infila all’incrocio dei pali, un Posavec in giornata sì non può assolutamente nulla. 

Alvarez 5: Partita disastrosa dell’argentino che dal punto di vista positivo fa registrare solo una conclusione di pochissimo a lato. Per il resto sono 81′ di errori, imprecisioni e letture sbagliate, soprattutto sui calci piazzati che calcia sempre sul fondo, l’unico a destinazione è quello per Barreto salvato dal portiere rosanero.

Dal 36’st Praet sv: Ingresso positivo del belga che a differenza di Alvarez dà ritmo alla manovra con le sue solite giocate di prima intenzione che scandiscono bene il ritmo del forcing blucerchiato. Ci sarebbe piaciuto vederlo più tempo in campo soprattutto in luogo di un Alvarez in scarsa condizione come oggi.

Muriel 6: Inizia come al solito ai mille all’ora confezionando occasioni su occasioni che si spengono o a fil di palo o sui guantoni di Posavec. Tende però ad allontanarsi dalla porta risultando così poco continuo e soprattutto efficace. Nel finale resta in campo coi crampi ma non riesce a pungere.

Quagliarella 5,5: L’occasione più ghiotta della partita è sui suoi piedi ma Aleesami gliela toglie dalla porta prima di Posavec. Il resto della partita è una continua lotta su ogni pallone con qualche cross interessante per Muriel ma niente di più. dal 16’st Schick 5,5: In avanti si fa vedere qualche volta ma il fatto di essere solo mancino lo penalizza contro la difesa rosanero che gli legge costantemente la giocata rendendolo quasi inoffensivo.

Giampaolo 5: A Cagliari è andata com’è andata sull’errore di Viviano, ma il pari l’avevi trovato con Bruno Fernandes. Oggi è andata meglio dal punto di vista del risultato ed è di nuovo Bruno a salvare la baracca. Ci chiediamo: perché il 10 non è partito titolare? Cambi forse un po’ troppo tardivi, un Alvarez così era da togliere all’intervallo per provare a costruire qualcosa di meglio già da subito.

Gli avversari: Posavec 7; Cionek 6,5, Gonzalez 6, Goldaniga 6; Rispoli 6, Gazzi 5, Henrique 6, Aleesami 6,5, Diamanti 6, Hiljemark 5,5, Nestorovski 6, Bouy sv, Jajalo 6, Chochev 6

Articolo precedente
bogliascoSkriniar pasticcia, Fernandes rimedia: Samp-Palermo finisce 1-1
Prossimo articolo
B. Fernandes: «Periodo difficile, ma siamo sereni. Il Palermo si è difeso bene»