Pereira campione di Portogallo per una notte – FOTO

pereira benfica
© foto www.imagephotoagency.it

Pedro Pereira, neanche una presenza con il Benfica ma festeggia il titolo con i compagni – 15 maggio, ore 19

Un sabato sera di quelli che Pedro Pereira ricorderà per tutta la sua vita, ma forse con un pizzico di amaro in bocca. Già, perché il “suo” Benfica – grazie alla vittoria per 5-0 sul Vitoria Guimarães – sabato sera ha potuto festeggiare con una giornata di anticipo la vittoria del campionato portoghese, ma per il terzino ex Sampdoria neanche una presenza in stagione. Tornato “a casa” a gennaio nell’affare che ha reso Djuricic interamente blucerchiato, il classe ’98 ha vissuto tutti i successi dei suoi compagni dalla tribuna e neanche nel finale di stagione è riuscito a guadagnarsi qualche minuto per mettere lo zampino nella conquista del titolo, il quarto consecutivo e il trentaseiesimo in totale per il Benfica. Pereira, al termine della gara di sabato, è però sceso in campo – questa volta sì – per unirsi alla premiazione della squadra e festeggiare con i tifosi: «La miglior notte di sempre – ha scritto l’ex doriano su Instagram -, solo un’altra prova che tutto è possibile se crediamo e lottiamo per ciò che sogniamo. Siamo tetra-campioni, siamo il Benfica!».

Da ritorno a casa a incubo: Pedro Pereira fantasma al Benfica, neanche una convocazione – 24 aprile, ore 18

Doveva essere un ritorno a casa, di quelli emozionanti, e invece per Pedro Pereira sembra essere ricominciato un periodo difficile in cui la fiducia riposta in lui è veramente poca. Di certo un male, specialmente per un talento in erba come lui (classe 1998) che avrebbe prima di tutto bisogno di farsi le ossa giocando, cosa che alla Sampdoria è riuscito a fare sempre a fasi alterne, tranne sotto la guida di mister Zenga, che stravedeva per il portoghese. Insomma, non è stato un grande affare per lui tornare al Benfica: le statistiche parlano chiaro e l’ex terzino blucerchiato non è stato neanche convocato per una partita ufficiale finora. Pereira segue le partite della sua squadra del cuore sempre da casa o in tribuna, ma del campo nemmeno l’ombra. Il posto da titolare, fin da inizio stagione, spetta al suo compagno di reparto Nélson Semedo, che ha saltato solamente due match in campionato. Finora, a dire il vero, l’affare non è stato vantaggioso neanche per Filip Djuricic: acquistato a titolo definitivo nell’accordo con il club lusitano, l’ex Anderlecht sta trovando pochissimo spazio nelle gerarchie di Marco Giampaolo. Ormai le giornate di campionato rimanenti si contano sulle dita di una mano, ma si spera che durante la prossima stagione la musica cambi per entrambi, perché il talento non manca a nessuno dei due e sarebbe davvero un peccato non sfruttarlo.

Articolo precedente
Schick sampdoriaCalciomercato Sampdoria, altri osservatori al “Ferraris” per Schick
Prossimo articolo
ferrero sampdoriaSampdoria, attacco stellare: è il migliore dell’era Ferrero