Pianificazione e successo: la Sampdoria nella top20 europea

© foto Valentina Martini

La durata dei contratti e la pianificazione a lungo termine incide sui risultati sportivi? Ecco l’analisi del CIES. Sampdoria nella top20 dei club europei

Il CIES, osservatorio svizzero che sviluppa interessanti statistiche sul mondo del calcio, ha analizzato il rapporto tra durata media dei contratti e successo della programmazione a lungo termine. I risultati della loro ricerca hanno evidenziato che, nei cinque maggiori campionati europei, Barcellona e Real Madrid – entrambe ai quarti di Champions League -, hanno una durata media dei contratti più lunga di qualsiasi altra squadra. Questo dimostrerebbe che il successo in parte deriva anche dalla permanenza più a lungo dei propri giocatori. In media, un membro della rosa di prima squadra del Barcellona ha ancora 3 anni di contratto, media che si alza a tre anni e mezzo per gli undici giocatori più impegnati nelle partite di campionato nazionale fino ad oggi. Dopo Barcellona e Real Madrid seguono Tottenham, LOSC Lille, RB Leipzig e AS Roma che è la prima squadra italiana classificata.

All’estremità opposta della tabella troviamo le squadre che hanno una durata media contrattuale dei giocatori di prima squadra al di sotto dell’anno: sono solo tre i club – due italiani – ad avere questi dati, Crotone, Benevento e Strasburgo. La Sampdoria in classifica si trova al 18.o posto prima del Milan (21.o) ma dopo Napoli, Udinese e Cagliari. La sua media è di 3.04 in riferimento alla durata dei contratti dei suoi top undici, mentre sul totale dei giocatori della rosa la media si abbassa a 2.73; il Genoa si trova in 83.a posizione, poco al di sopra di Hellas Verona, Crotone e Benevento con una media di 1.32 anni per i suoi top11 e in generale 1.53 anni rimanenti per l’intera rosa. In controtendenza è la Juventus che da sei anni vince il campionato italiano ma che si piazza solo al 58.o posto a testimonianza che non necessariamente la durata dei contratti incide sul successo.

Articolo precedente
Ferrero sampdoriaA lezione da Joma: la Samp osserva la produzione del kit blucerchiato
Prossimo articolo
Sampdoria, saluta Murru: stagione finita per il terzino