Picchetti per Ferrero: la risposta della questura

ferrero sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Questura e Digos all’oscuro dell’iniziativa di Bosotin contro il presidente Ferrero: la situazione

Le tre sconfitte consecutive e l’apparizione televisiva di Massimo Ferrero al programma condotto da Simona Ventura, hanno inasprito il rapporto già complicato con la tifoseria della Sampdoria. Che gli animi fossero caldi era palese. Al termine del match contro il Napoli è comparso lo striscione contro il numero uno doriano e a questo è seguita la minaccia sul cancello di Casa Samp. 

I “Vecchi Ultras”, capeggiati da Claudio Bosotin, hanno annunciato i picchetti nei confronti del presidente Ferrero in occasione della sfida contro il Torino, in programma domenica alle ore 15. La questura nega di ricevuto richiesta da parte dei tifosi e la Digos non è stata informata di questa iniziativa, come riporta Telenord. Il picchettaggio in ogni caso è un’azione illegale e non potrebbe ricevere il placet della questura, ex articolo 610 del codice penale. Emergono diversi dubbi sull’iniziativa, che potrebbe svolgersi con modalità diverse.