Pisacane: «Reina-Silvestre? Non c’è contatto»

silvestre sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Fabio Pisacane è arrivato in Serie A a trent’anni, ma in un’intervista ha parlato anche del contatto Reina-Silvestre di sabato: «Il secondo giallo non c’era»

Un miracolato, ma anche uno che ha lottato duramente per arrivare dov’è oggi. Fabio Pisacane è questo: il difensore del Cagliari gioca la sua prima stagione in Serie A dopo anni difficili. Quegli anni contrassegnati da una malattia rarissima, la sindrome di Guillain-Barré: «Oggi mi sento ancora più forte e responsabile, quando entro in campo ripenso ai momenti più difficili della mia vita, caricandomi in quegli stadi che il Cagliari mi ha permesso di calcare a 30 anni. Mi piace pensare che la malattia sia arrivata per lasciarmi qualcosa e non per uccidermi».

IL CASO REINA-SILVESTRE – Intervistato su più temi nel programma Tiki Taka, il difensore del Cagliari ha parlato anche della sanzione a Matias Silvestre, reo in Napoli-Samp di aver toccato Reina prima del suo rinvio, causando così il secondo giallo e l’espulsione per il difensore blucerchiato: «Silvestre stava facendo una corsa, non credo che abbia toccato Reina. L’ammonizione non c’era, in quei casi il difensore pensa a recuperare la posizione». Pisacane ha speso due parole anche per il suo attuale capitano, nonché ex blucerchiato Marco Storari: «Lui è un grandissimo professionista».