Connettiti con noi

News

Plusvalenze Sampdoria, da Romei a Ienca: cosa rischiano i dirigenti

Pubblicato

su

Caso plusvalenze, attesa la sentenza relativa al processo sportivo: cosa rischiano gli attuali dirigenti della Sampdoria coinvolti

Il processo relativo alle plusvalenze fittizie che ha coinvolto tutti i componenti del CdA della Sampdoria nel periodo di riferimento (Ferrero, Romei, Fiorentino, Repetto, Praga, Tognozzi, Invernizzi, Profiti, Castanini e Vidal. Oltre a Ienca, avendo la delega sulle firme dei contratti) potrebbe già arrivare alle battute finali nei prossimi giorni.

Il rischio per la Sampdoria è di essere sanzionata con un’ammenda, ma i dirigenti coinvolti vanno incontro all’inibizione. La posizione più delicata è quella di Romei, Invernizzi e Ienca essendo ancora all’interno dell’organigramma societario della Sampdoria. Inibizione significa essere impossibilitati a rappresentare la Sampdoria in determinate circostanze: è una squalifica ma non totale. Nel caso di dirigenti di club è vietata la partecipazione a tutte le attività federali e l’ingresso negli spogliatoi. Per quanto riguarda le riunioni in Lega, circostanza che tocca da vicino Romei, la Sampdoria potrà comunque avere un suo rappresentante, come precisa La Gazzetta dello Sport.