Primavera, Torino-Sampdoria 4-1: sintesi e tabellino

primavera sampdoria
© foto Mattia Bronchelli

Primavera, Torino-Sampdoria: sconfitta pesante per i ragazzi in blucerchiato, dominio granata tra primo e secondo tempo

La Primavera di Pavan non riesce a dare continuità al risultato positivo ottenuto contro il Napoli. Il pareggio della scorsa settimana, arrivato con la forza del bel gioco e la voglia di rimettere in piedi una classifica decisamente critica, aveva fatto ben sperare la squadra blucerchiata pronta ad affrontare un nuovo impegno di campionato. La partita purtroppo la fa il Torino che, fin dal fischio d’inizio, tiene la Sampdoria sotto controllo e  si propone in avanti con parecchie incursioni offensive. Il primo tiro dei blucerchiati arriva solo al ventesimo minuto di gioco con Gomes Ricciulli che non impensierisce il portiere granata. Dopo la mezz’ora è un pasticcio difensivo di Krapikas a determinare il vantaggio della squadra di casa: sugli sviluppi di un corner il portiere blucerchiato commette fallo su D’Alena e il direttore di gara decreta il calcio di rigore. I blucerchiati si buttano in avanti per cercare di riportare il risultato in pareggio e subiscono la seconda rete in pieno recupero: nuovamente da calcio d’angolo, Milico, autore della prima rete, insacca il pallone alle spalle di Krapikas.

Nel secondo tempo la Sampdoria scende in campo con la determinazione giusta per cercare di equilibrare un match conpromesso, purtroppo alla volontà blucerchiata si contrappone la concretezza granata. Ejjaki, intorno al 16′, riesce a bucare la rete difesa da Coppola sfruttando una momentanea disattenzione della difesa del Torino; i granata non ci stanno e sul ribaltamento di fronte, nel minuto successivo, riportano il risultato a due reti di distacco. L’euforia per aver accorciato le distanze viene annullata immediatamente e dopo il terzo gol la Sampdoria si spegne: il Torino che dilaga su tutto il campo. Ci prova prima Butic a insaccare il pallone del 4-1, gol negato dall’intervento provvidenziale di Krapikas, non sbaglia invece Rauti che, su assist di Milico, gonfia nuovamente la rete. Il secondo tempo si esaurisce senza altre emozioni; i blucerchiati mancano l’appuntamento con la vittoria e si dimostrano troppo “timidi” rispetto agli avversari, Pavan avrà molto da lavorare per sistemare questa situazione.

Torino-Sampdoria 4-1: il tabellino

MARCATORI: p.t. 33′ rig. e 45’+2′ Millico; s.t. 16′ Ejjaki, 17′ Kone, 25′ Rauti.

TORINO (4-3-3): Coppola; Fiordaliso, Capone, Buongiorno, Samaké; Ruggiero, D’Alena, Kone (dal 29′ s.t. Oukhadda); Rauti, Bianchi (dal 18′ s.t. Butic), Millico (dal 38′ s.t. Celeghin). A disposizione: Gemello, Gilli, Bedino, Filinsky, Sandri, Munari, Oyewale, Zanellati, Leveque. Allenatore: Coppitelli.

SAMPDORIA (4-3-3): Krapikas; Tomic, Veips, Oliana, Doda; Scotti (dal 12′ s.t. Romei), Ejjaki, Perrone; Balde; Gomes Ricciulli (dal 1′ s.t. Cappelletti), Stijepovic. A disposizione: Piccardo, Raspa, Pastor, Giordano, Aramini, Canovi, Marianelli, Cabral, Yayi Mpie. Allenatore: Pavan.

ARBITRO: Santoro di Messina. Assistenti: D’Alia di Trapani e Cortese di Palermo.

NOTE: ammoniti al 32′ p.t. Krapikas, 36′ p.t. Capone, 11′ s.t. Balde e 26′ s.t. Romei; recupero 3′ p.t. e 2′ s.t.