Ranieri fa la conta: «Ho tanti infortunati, ma con la Samp voglio risposte»

ranieri roma
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico della Roma Ranieri fa il punto in vista della Sampdoria: «El Sharaawy c’è, in porta gioca Mirante. Non dobbiamo fare il loro gioco»

Vigilia di campionato per la Roma, che domani sera affronterà la Sampdoria al “Ferraris” in uno scontro che ha tutta l’aria di essere decisivo per la zona europea della classifica. Il tecnico giallorosso Claudio Ranieri ha presentato in conferenza stampa la partita, concentrandosi soprattutto sui dubbi di formazioni: «Stimo molto Giampaolo, le sue squadre giocano a calcio e pressano molto. Dovremo muovere la palla e verticalizzare per non fare il loro gioco. La partita con la Fiorentina ha dato fiducia e consapevolezza alla squadra, adesso aspetto risposte nella sfida di Genova contro la Samp. I ragazzi fisicamente ci sono, è la testa che ti fa sentire stanco o non positivo. Aver rimontato la Fiorentina per due volte significa aver fatto un grosso lavoro mentale, ne sono contento».

L’allenatore romano ha poi continuato con la situazione infortunati, evidenziando i problemi dell’infermeria: «Santon avrà la risonanza oggi, ho paura che sia qualcosa di grave. È un ragazzo indistruttibile, non si ferma mai. Per essersi fermato deve esserci qualcosa di importante. Perotti non ha nulla di grave, ma non è disponibile per domani, spero di riaverlo la prossima volta. El Shaarawy è recuperato, Pastore no, Florenzi rientrerà con me la prossima settimana. De Rossi e Under possono giocare, ma non hanno i 90′ nelle gambe. Motivazioni in più da parte di Schick contro la sua ex squadra? Sono considerazioni che ogni allenatore prende in esame, lo farò anche io. Per quanto riguarda la porta – ha concluso Ranieri –, Mirante ha fatto bene e penso di confermarlo. Cambiare spesso non è positivo, sono sempre restio a fare sempre avvicendamenti nel ruolo di portiere».