Ranieri fiducioso: «Col Milan prestazione e punti»

Ranieri Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Milan-Sampdoria, Ranieri in conferenza stampa: «Ripartiamo dalla Juventus, spero in prestazione e punti»

SKY O DAZN? DOVE VEDERE MILAN-SAMPDORIA

La Sampdoria comincia il 2020 in trasferta San Siro. Lunedì alle ore 15, i blucerchiati festeggeranno l’Epifania scendendo in campo contro il Milan del neo-acquisto Zlatan Ibrahimovic. Il tecnico doriano Claudio Ranieri ha presentato il match in conferenza stampa: «Spero di fare una gran partita e di fare punti, sicuramente troverò Ibrahimovic come avversario e non è una gran bella sorpresa nella calza della Befana. Ibra porterà entusiasmo e mentalità vincente, da parte nostra dovremo cercare di fare una gran partita, ripartendo dalla prestazione contro la Juventus, cercando di evitare gli errori commessi».

«La squadra l’ho ritrovata bene dopo la sosta – prosegue Ranieri – tutti hanno rispettato i programmi di lavoro consegnati prima della pausa ma stiamo bene e abbiamo recuperato quasi tutti. Ripeto, dobbiamo provare replicare lo spirito di agonismo, di attenzione e di aiuto reciproco messo in campo in occasione di Samp-Juve. L’unico è Bonazzoli, che non è pronto al 100%. Ekdal sta molto meglio. Non ha fatto tutti gli allenamenti, ma gli ultimi sì. Non ha i novanta minuti nelle gambe ma è disponibile».

Con l’infortunio di Alex Ferrari, tornerà titolare Jeison Murillo: «Perdo un giocatore che era in grandissima forma ma faremo di necessità virtù. Murillo deve ritrovare fiducia, ha avuto problemi di postura ma sta migliorando: a destra può essere una soluzione, come ha fatto in parte nelle ultime due partite. A destra però abbiamo recuperato sia Bereszynski che Depaoli, quindi diciamo che in quel settore non siamo in emergenza».

Gonzalo Maroni ed Emiliano Rigoni sono i due nomi principali sul fronte uscite, ma Raniera spegne i rumors: «Maroni ottimo trequartista di prospettiva, ha bisogno di un periodo di adattamento ma lo vedo in crescita. Non conosce il campionato italiano, ma ho parlato con lui, lo vedo molto bene. È un ragazzo che deve capire il nostro calcio, perché in Argentina prendeva palla, faceva il numero e recuperava. Qui non c’è tempo di recuperare. Rigoni è ambidestro, tecnicamente è molto bravo: deve ancora capire il campionato italiano e deve cercare di essere più pratico.

«Con la società stiamo monitorando il mercato – spiega – ci aggiorniamo quotidianamente: di sicuro in questo momento c’è bisogno di calciatori pronti, che conoscano il campionato italiano. Ora come ora non possiamo avere giocatori di prospettiva, ne abbiamo già in casa». Grazie all’arrivo di Ibrahimovic, lunedì a San Siro sono attese 60mila persone: «Mi aspetto un avversario caparbio, con San Siro pieno che spinge al massimo i proprio beniamini e noi dovremo essere bravi ad affrontare la gara anche dal punto di vista ambientale», ha concluso Ranieri.


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!