Ranieri sincero: «Alla Sampdoria mi sento a casa». Ma quel rimpianto estivo…

Sampdoria Ranieri
© foto www.imagephotoagency.it

Ranieri a cuore aperto: «Alla Sampdoria mi sento a casa. Fossi arrivato in estate, avrei sperimentato di più»

LEGGI QUI LA CONFERENZA STAMPA INTEGRALE

Nonostante le “sabbie mobili” siano sempre tremendamente vicine, Claudio Ranieri è stato capace di risollevare le sorti della Sampdoria, prendendola ad ottobre, a campionato in corso, in condizioni disastrose. Il rimpianto di non aver potuto allenarla fin dalla scorsa estate, però, rimane.

«Quando entri in corsa le difficoltà ci sono sempre. Per quanto tu conosca i giocatori, una volta che ci sei dentro è diverso. Se avessi potuto fare il precampionato, avrei potuto sperimentare. Ad esempio certi cambi non li faccio perché non posso sbagliare tutto. Certe scelte sono vincolate a queste cose. Sono qui per lavorare a testa basta. Sono soddisfatto perché ho trovato un ambiente di lavoro meraviglioso e qui mi sento a casa. È la cosa più importante. Quando parlo di ambiente parlo della società, della squadra, dei tifosi».