Rizzoli: «VAR a chiamata? Ci stiamo pensando. Dipende dall’IFAB»

rizzoli
© foto www.imagephotoagency.it

Il designatore Rizzoli parla della Var: «La chiamata? Potrebbe essere da considerare. Nel giro di qualche anno tutti saranno professionisti»

Nicola Rizzoli, designatore degli arbitri ed ex fischietto, ha parlato ai microfoni di Radio Rai, nella trasmissione, Radio Anch’io Sport, sulle questioni degli ultimi giorni riguardo le decisioni prese.

«Var a chiamata? Potrebbe essere una cosa da considerare. Non è un’idea che ci vedrebbe contrari ma la scelta deve essere fatta dall’IFAB, che decide le regole. In Italia ci sono molte più polemiche, è un discorso culturale rispetto agli altri Paesi. Non avrei nulla contro ma siamo all’interno di una competizione europea e mondiale. l ruolo del VAR non è ancora professionale, nel giro di qualche anno saranno tutti professionisti. L’arbitro preferisce chiaramente non sbagliare, bisogna in questo caso applicare un protocollo che è molto restrittivo proprio per il “grave ed evidente errore”. Il protocollo può essere migliorato, il progetto VAR è giovane e quindi anche attraverso gli errori verrà perfezionato».