Romei: «Una grandissima partita falsata dall’arbitro»

romei sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

L’Avvocato Romei commenta la sconfitta di Napoli: «E’ stata una grandissima prestazione, decisa da una svista importante. Dobbiamo ripartire e vincere la prossima partita»

E’ un Antonio Romei molto amareggiato quello che si presenta ai microfoni di Samp Tv dopo la partita contro il Napoli. Una partita, quella di ieri sera, dominata dalla squadra di Giampaolo per larghi tratti, con un primo tempo giocato coraggiosamente, a viso aperto, lasciando – come fisiologico quando si gioca in casa di una delle primissime forze del campionato – attaccare il Napoli senza però rischiare praticamente nulla, e concluso meritatamente in vantaggio con la bella azione di un Patrick Schick sempre più indispensabile. Poi, nel secondo tempo, l’episodio che ha cambiato la partita: Di Bello mostra il secondo giallo a Silvestre per un fallo su Reina – non nuovo a svenimenti improvvisi sui rinvii – inesistente, e la Sampdoria, dopo aver incassato il pareggio di Gabbiadini, subisce la rete della sconfitta a tempo quasi scaduto da Tonelli. Una decisione, quella del direttore di gara, che ha dunque indirizzato la partita, come ribadisce Antonio Romei: «Abbiamo fatto una grandissima partita, che è stata decisa da una svista arbitrale importante. Sono situazioni di gioco anche abbastanza facili da leggere, e questo dà ancora più fastidio».
GIUSTIZIA SPORTIVA – L’unica speranza per mitigare la rabbia del post-partita è sperare nel corso della Giustizia Sportiva affinché simili errori non si ripetano: «Adesso vedremo anche gli organi della Giustizia Sportiva come valuteranno questo episodio – continua il braccio destro del Presidente Ferrero. E’ una partita che conferma il nostro processo di crescita, ed è un fatto che ferma l’amarezza del risultato; i ragazzi sono stati eccezionali, è stata una prestazione di squadra su un campo difficile, il primo tempo non abbiamo sofferto niente e anzi abbiamo avuto 2-3 palle per fare lo 0-2. Dobbiamo andare oltre l’amarezza: è tutto l’anno che diciamo che dobbiamo guardare alle prestazioni, e questa prestazione ci fa ben sperare per il prosieguo della stagione. Dobbiamo ripartire perché questo è il calcio, ci possono essere questi errori ma noi dobbiamo guardare avanti e vincere la prossima partita».