Romei: «Obiettivo Europa, non tiriamoci indietro ora»

L’avvocato Romei alla presentazione del progetto “Ambasciate blucerchiate”: «Europa nostro obiettivo, non tiriamoci indietro. Contento per il rinnovo di Barreto»

Tre grandi professionisti, e al contempo tifosi blucerchiati, per allargare il brand Sampdoria all’estero. Presso la sede di Confindustria a Genova, in questi minuti si sta svolgendo la conferenza di presentazione del nuovo progetto “Ambasciate blucerchiate”. Dopo le dichiarazioni del responsabile marketing Marco Caroli, sono arrivate anche quelle dell’avvocato Antonio Romei: «E’ un’iniziativa che nasce nel solco delle altre che stiamo facendo. Vogliamo portare i nostri valori e la nostra maglia del mondo, cogliendo le opportunità che la globalizzazione nel calcio ci offre. Non è un progetto di puro marketing, l’idea nasce anche da Sampdoria Next Generation, cioè il portare il nostro modo di fare calcio nelle altre realtà italiane».

«Dato il successo che ha avuto questa iniziativa – ha proseguito Romei – abbiamo voluto andare oltre i confini. Pensiamo che la Sampdoria abbia dentro dei valori importanti, vogliamo rafforzare l’identità e il senso di appartenenza di tutti i nostri grandi tifosi. Tre ambiasciatori? Ne arriveranno anche altri, abbiamo già trovato delle nuove figure e abbiamo visto quanto gli altri Paesi ci seguono, io ho avuto la fortuna di assistere a una partita con dei tifosi sampdoriani a New York e da lì è partito il progetto. Si inserisce poi nel discorso della polisportiva e altri, sarà importante anche per la città di Genova e la sua bellezza portarsi fuori dall’Italia».

E’ arrivata in giornata l’ufficialità del rinnovo di Edgar Barreto, di cui Romei si dice soddisfatto: «Era in scadenza, Edgar è un giocatore che dà tanto giorno dopo giorno, quindi siamo molto contenti che rimanga con noi. Abbiamo concordato un anno con opzione per il secondo anno, nel segno della continuità». Domenica ci sarà l’Inter da affrontare al “Ferraris”, una sfida che conterà tanto in vista di una qualificazioni in Europa League: «E’ l’obiettivo, ormai non ci dobbiamo tirare indietro e dobbiamo giocarcela fino alla fine. Ogni partita dev’essere una battaglia che dovremo affrontare con le nostre armi, e la nostra è il gioco. E’ stata comunque un’annata positiva, cerchiamo di migliorarla ancora centrando l’obiettivo. Noi domenica dobbiamo vincere, giochiamo per quello, poi il risultato dipenderà ovviamente da tanti fattori. Ho letto un po’ di critiche dopo la partita di Crotone, ma adesso dobbiamo seguire il messaggio che ci hanno lanciato i tifosi. Io penso ci sia consapevolezza, ci sono tante squadre forti e alla fine in Europa andranno solo sette. Nel calcio è molto importante l’autostima e la considerazione di sé stessi, penso che ci siano stati questi valori durante l’anno e dobbiamo proseguire», ha concluso ai microfoni della stampa presente.

Articolo precedente
skriniarSkriniar pronto a tornare al Ferraris: «Sarà straordinario»
Prossimo articolo
Ambasciate Blucerchiate: foto e video dell’evento