La Samp di Romei: «Protagonista fino alla fine»

romei sampdoria
© foto Mattia Bronchelli

Il vicepresidente Romei: «Vogliamo essere protagonisti fino alla fine. Quagliarella un simbolo, Gabbiadini ragazzo d’oro»

Nel giorno del trentaseiesimo compleanno di Fabio Quagliarella, il vicepresidente della Sampdoria Antonio Romei non ha potuto esimersi dal ribadire la propria stima nei confronti dell’attaccante blucerchiato: «Fabio è un nostro simbolo e siamo orgogliosi di averlo. Lui si trova bene qui e spero che duri più tempo possibile. Adesso dobbiamo andare avanti perché il campionato è difficile». Sabato, al “San Paolo”, ci sarà il Napoli da affrontare: «Affrontiamo una squadra molto forte, piena di grandi calciatori, ma vogliamo continuare a fare bene. Il nostro obiettivo è fare più punti possibili, dobbiamo lottare: i ragazzi sono predisposti e ce la giochiamo. Una qualificazione in Champions? Viviamo alla giornata, consapevoli di voler essere comunque protagonisti fino al termine del campionato».

Ai microfoni di Radio Kiss Kiss, Romei commenta così gli episodi di razzismo nel calcio: «Ne siamo stati protagonisti l’anno scorso, queste cose non devono mai accadere. Meno se ne parla, meglio è. Bisogna dare un esempio, poi le tifoserie le conosciamo e hanno sia pregi che difetti. È un discorso complesso. Io mi sono battuto in prima linea per combattere questo triste fenomeno, che non deve esistere». Un’ultima battuta sul ritorno alla Sampdoria di Manolo Gabbiadini: «Darà il suo contributo. È un giocatore di spessore e conosce l’ambiente, ci permetterà di sopperire all’infortunio di Caprari. Si è ambientato subito alla Sampdoria, sembrava non fosse mai andato via. È un ragazzo d’oro – conclude il vicepresidente doriano – ma è il gruppo la forza di questa squadra».