Pagelle Samp-Cagliari 3-0: Djuricic in gran forma, Budimir sprecone

Budimir sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Puggioni 6 – Serata di ordinaria amministrazione per il portiere della Samp, che compie due-tre parate, tutte abbastanza facili. Sempre concentrato, sfrutta la Coppa Italia per tenersi in forma.

Eramo 6.5 – Schierato a sorpresa da terzino destro, la mezzala non disdegna diverse discese. Di fronte c’è un collega adattato come lui – Dessena, ma dal lato del piede debole – e allora Eramo passa una bella serata.

Palombo 6 – Al rientro con la fascia da capitano al braccio, non soffre più di tanto. Melchiorri gioca lontano dalla porta e lui vede poco i due attaccanti avversari.

Regini 6 – Confermato al centro della difesa, si becca un giallo evitabile, ma vale lo stesso discorso del suo collega di reparto (dal 33′ s.t. Krajnc s.v. – Minuti finali per il difensore, finalmente in campo: sembrava quasi un oggetto misterioso. Speriamo abbia un filo più di spazio nelle prossime settimane).

Dodô 6 – Giampaolo gli dà un’altra chance dopo la pessima prova dell’Olimpico: in fondo, in mancanza di Pavlovic non ci sono molte alternativa qualora si volesse fare turnover. Lui fa stop di tacco e si prende mille urla dal mister: accontentiamoci che la Samp dalle sue parti corra solo un pericolo, con Melchiorri che spreca una buona occasione.

Djuricic 7.5 – Ripescato dopo il derby, è la piacevole sorpresa di serata: propulsore offensivo della Samp, Djuricic si candida a esser maggiormente considerato dopo una prestazione piena di spunti e suggerimenti per i compagni (dal 27′ s.t. Praet 6 – Anche in Coppa Italia la formula non cambia: il belga entra a gara in corso anche in questa serata di dominio. La partita è già in cassaforte e l’ex Andrlecht imperversa come vuole nonostante una progressione minore del solito).

Cigarini 6.5 – Superato nelle gerarchie da Torreira, l’ex Atalanta usa questa gara per rimettersi in gioco. Un paio di conclusioni, diversi recuperi e aperture intelligenti. Peccato che per lui l’esperienza blucerchiata gli abbia regalato poche soddisfazioni.

Linetty 7 – Uno dei pochi confermati anche per l’impegno di coppa, il polacco fa sfaceli di fronte al giovane avversario. Tanti palloni sradicati, nonché diverse ripartenze guidate palla al piede. Troppo facile per lui.

Álvarez 6.5 – Si mette in proprio per il gol dell’1-0 e in generale svaria in una serata nella quale Munari non lo segue e gli lascia tanto spazio. Certe volte sembra poco associativo, ma stasera va bene così (dal 12′ s.t. B. Fernandes 6.5 – Il suo ingresso aiuta la Samp a chiudere la gara. Strappi, suggerimenti e diversi cross che mettono in difficoltà i centrali rossoblu).

Schick 7.5 – Più passa il tempo, più sembra inserirsi negli schemi della nuova Samp targata Giampaolo. Nel primo tempo mostra una spiccata intelligenza: sul gol dell’1-0 ci mette un velo decisivo (nonostante aspettasse il passaggio di ritorno da Alvarez). Nella ripresa sembra più indolente, ma passa tutto con la doppietta finale. La Samp si culli il ragazzo, sta crescendo benissimo.

Budimir 5.5 – Nel primo tempo spreca almeno due occasioni clamorose per chiudere la gara, mentre su un’altra il fuorigioco lo salva da un errore sotto porta abbastanza imperdonabile. Il registro non cambia nella ripresa, quando l’ex Crotone non riesce a rimpinguare il bottino personale. Il “passo di danza” sull’ultima occasione sembra la fotografia di un attaccante che in questo momento fa fatica.

 

Cagliari (4-3-1-2)
Rafael 6; Mastino 6 (dal 5′ s.t. Vasco Olivera 5.5), Salamon 5, Briukhov 5 (dal 31′ s.t. Bianco 6), Dessena 5; Antonini 5.5, Munari 5, Barella 6; Di Gennaro 6 (dal 33′ s.t. Serra s.v.); Giannetti 5.5, Melchiorri 5.