Samp e Juve ancora a colloquio: due contropartite per Praet

Praet Sampdoria
© foto Valentina Martini

Sampdoria e Juventus hanno fissato un appuntamento per parlare di Praet: possibile inserimento nell’affare di Audero e Mandragora

Vendere, e non svendere. La Sampdoria si prepara a salutare i pezzi pregiati della propria rosa nel corso della finestra estiva di calciomercato, ma non ha intenzione di affrettare i tempi e perdere l’occasione di trarre il massimo vantaggio da ciascuna cessione. Dopo aver incanalato l’operazione Lucas Torreira sul binario unico che porta a Napoli, malgrado manchino ancora alcuni dettagli che verranno definiti al termine del Mondiale in Russia, la dirigenza blucerchiata sta lavorando al futuro di Dennis Praet, anch’egli destinato a lasciare Genova nelle prossime settimane.

Raffreddatasi momentaneamente la pista azzurra, siccome Marek Hamsik potrebbe declinare le numerose offerte provenienti dalla Cina, il club più vicino al centrocampista belga è la Juventus, che ha già fissato un incontro con la Sampdoria in questa settimana. Il presidente Massimo Ferrero non ha intenzione di scendere sotto i 25 milioni di euro della clausola presente nel contratto né di farsi attrarre da sconti eccessivi. L’unico motivo che lo spingerebbe ad accettare un pagamento dilazionato nel tempo riguarda l’inserimento di contropartite tecniche nella trattativa: oltre al già noto Rolando Mandragora, che piace al Cagliari, la Sampdoria starebbe pensando a Emil Audero, attualmente impegnato nei playoff di Serie B con il Venezia. Se per il centrocampista si parli di prestito secco, circa il portiere potrebbe esserci la possibilità di esercitare il riscatto del suo cartellino.

Articolo precedente
Quagliarella SampdoriaIl Parma sogna Quagliarella: la situazione
Prossimo articolo
Romei sampdoriaRomei non ha segreti: «La verità su stadio, Pradè e Pecini»