Samp-Milan 0-1: i blucerchiati si arrendono a Bacca nel finale

© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria incassa la seconda sconfitta di fila a causa di un gol di Bacca che, appena entrato, trafigge Viviano e regala i tre punti al suo Milan.

Dopo 5 minuti Regini va via bene sulla sinistra e riesce a mettere in mezzo un bel cross per Barreto, ma la sua schiacciata termina poco lontana dalla porta avversaria. All’8’ Skriniar sventa un pericoloso agguato del Milan, togliendo il pallone dalla testa di Lapadula, che stava per scaricare in porta un cross. Al 10’ Barreto lascia il pallone a Torreira, che da posizione centrale può caricare un destro potentissimo: Donnarumma si supera e devia in corner. Tre minuti dopo altra occasione da gol per la Samp: Sala finta e crossa, Montolivo intercetta male e scaraventa la palla sui piedi di Muriel, ma il portiere avversario anticipa tutti per un soffio. Al 20’ bella accelerazione di Muriel con tanto di tunnel su Calabria, fondamentale l’intervento di Paletta (che rischia l’autorete) sul suo cross diretto al centro dell’area.

Dopo venti minuti di scarsa partecipazione al gioco, compare Praet e lo fa alla grande: una sua incursione micidiale sulla sinistra spacca la difesa del Milan, il belga serve Quagliarella ma l’attaccante non riesce a trovare lo spazio ideale per lasciar partire il tiro. Al 28’ pericolo per la Samp: Lapadula si libera bene dal fuorigioco e controlla un cross ritrovandosi davanti a Viviano, ma al momento della conclusione la sfera si impenna e termina in gradinata. La sfortuna vuole che Giampaolo alla mezz’ora sia già costretto a bruciare un cambio: Sala non ce la fa a rimanere in campo e a dover subentrare è il giovane Pedro Pereira, alla sua prima presenza stagionale.

Al 38’ Lapadula inaugura la lista degli ammoniti per un fallo di mano sulla punizione calciata da Muriel. Lo stesso colombiano cinque minuti dopo propizia l’azione per il vantaggio blucerchiato: cavalcata sulla sinistra, apertura larga di esterno destro per Barreto, che calcia in maniera potente ma Donnarumma è attento e sventa il pericolo. Così si chiude la prima frazione di gioco, con tanta Samp.

I padroni di casa partono subito forte con un meraviglioso scambio tra Praet, Muriel e Quagliarella, troncato sul più bello da un intervento provvidenziale di Paletta. Anche Bonaventura si becca il giallo per un fallo a metà campo su Torreira. Dopo 11 minuti dalla ripresa ecco il primo cambio per il Milan: entra il giovane Locatelli, esce Sosa. Lo spagnolo Suso prova a risvegliare dal torpore i suoi e al 13’ prova un sinistro a giro dalla distanza, parato in due tempi da Viviano. Arriva anche il momento di Bacca, che va a sostituire Lapadula nel tridente rossonero. Dopo il suo ingresso, il Milan va subito vicino al vantaggio: Bonaventura sfrutta il corridoio centrale e un’ingenuità di Torreira per servire tra le linee il colombiano, ma Regini passa davanti a tutti e riesce a chiudere prima che sia troppo tardi.

Praet, nonostante qualche sprazzo di qualità, non sembra proprio nella sua serata migliore e Giampaolo gli preferisce Bruno Fernandes. Al 23’ gol della Samp, con Torreira che la rimette in mezzo e Barreto in mezza rovesciata la sfiora, bucando Donnarumma: il guardalinee, però, alza la bandierina e strozza in gola l’urlo di gioia del pubblico doriano. Pereira è il primo ammonito della Samp, per un fallo su Niang. Al 28’ arriva la più chiara occasione da gol per il Milan: Bacca spara un destro a giro micidiale, Viviano si allunga e con la punta delle dita devia il pallone che sbatte in pieno sul palo. Al 34’ Muriel lo imita prendendo anche lui un legno clamoroso su un destro chirurgico lasciato partire. Skriniar si supera poco dopo e sbarra la strada a Bacca, diretto verso la porta blucerchiata.

Ora la partita è su ritmi altissimi: a Bonaventura non viene fischiato un rigore che, obiettivamente, sarebbe stato da fischiare. Pereira lo stende in area di rigore da dietro, ma Irrati non indica il dischetto. L’azione dopo Muriel salta due uomini e la insacca in porta, ma il gol viene nuovamente annullato, con tanto di giallo per fallo di mano. A 5 minuti dalla fine arriva il vantaggio rossonero con Bacca: Silvestre e Skriniar pasticciano e il colombiano non perde l’occasione per scaricare in porta il magnifico assist di Suso. 1-0.

Giampaolo prova a pareggiarla e spinge sull’acceleratore: dentro Schick, fuori Barreto. Montella risponde e usa la tattica inversa, inserendo Gustavo Gomez al posto di Suso. Linetty si guadagna una preziosa punizione vicino all’area: a incaricarsi della battuta è Bruno Fernandes, ma la palla viene respinta dalla barriera. Si spegne così l’ultima speranza di raddrizzare il risultato per la Sampdoria, che deve arrendersi e lasciare questi tre punti al Milan, nonostante la buona prestazione e le occasioni create.