Connettiti con noi

News

Arresto Ferrero: falsa denuncia di un’auto per nascondere i documenti

Pubblicato

su

Nell’ordinanza del gip su Massimo Ferrero emerge l’accusa di inquinamento delle prove: falsa denuncia di furto di un’auto al cui interno vi erano documenti contabili

Emergono nuovi dettagli in merito all’indagine che ha portato all’arresto di Massimo Ferrero. L’ormai ex presidente della Sampdoria è stato accusato di inquinamento delle prove. In particolare, come si legge nell’ordinanza del gip, il Viperetta ha falsamente denunciato il furto di un’auto Audi S8 tg dove vi era custodita una borsa contenente registri contabili, conti IVA e indizi che lo avrebbero incastrato.

ORDINANZA DEL GIP – «Nello specifico, in data 13/02/2014, veniva falsamente denunciato il furto di un’auto Audi S8 tg DP268ZD all’interno della quale vi era custodita una borsa in pelle contenente tutta la documentazione contabile – libro giornale, registri IVA, libro inventari, verbali di assemblea, libro cespiti e registro verbali CdA – della società Maestrale SRL, tra le altre».