Sampdoria-Atalanta, Giampaolo: «Cambi azzeccati? Un caso»

giampaolo sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Atalanta, Giampaolo si mantiene umile: «Un caso aver azzeccato i cambi, oggi in difficoltà come non mai»

Ormai i tifosi ci hanno fatto l’abitudine a non arrendersi mai, perché la Sampdoria, anche nei momenti di difficoltà, non si arrende mai e tira fuori l’asso dalla manica nel momento più inaspettato. E anche oggi, contro l’Atalanta, i blucerchiati sono riusciti a rispondere al gol di Cristante calando uno strepitoso tris nel secondo tempo. Nel giro di venti minuti, Zapata segna la rete del pareggio, mentre Caprari e Linetty – subentrati in corsa – riescono a regalare la vittoria alla squadra. Marco Giampaolo, tuttavia, non si prende nessun merito sui cambi ed elogia l’Atalanta: «E’ stato un caso, il merito è dei calciatori, io devo fare delle scelte. Devo dire che l’Atalanta ci ha messo in difficoltà – ammette il tecnico ai microfoni di Sky Sport – è una squadra forte che ha consapevolezza e non butta mai via la palla: ti fa giocare il male, lo aveva già dimostrato contro Napoli e Juventus. Poi nel secondo tempo abbiamo trovato più spazi e ci siamo espressi meglio, però è stata la squadra che fino ad oggi ci ha creato più difficoltà. Siamo la nuova Atalanta? Non lo so, io prima della partita ho detto ai miei ragazzi di “avere un colore”, che significa avere identità. Poi si può vincere e si può perdere, ognuno fa come può, ma non volevo che giocassimo una partita anonima. Con questo pubblico straordinario bisogna essere all’altezza, perlomeno sul piano dell’agonismo e dell’intensità: il risultato finale è sempre figlio di tante cose. Il cambio di Ramirez? Cambiare trequartista per un trequartista non aveva senso, stavamo perdendo. Ho inserito Caprari, che è bravo tecnicamente e nell’uno contro uno, quindi poteva spostare gli equilibri. Non ho fatto niente di particolare, è la partita che lo richiedeva». Un’ultima battuta anche sul mercato, che potrebbe vedere nuovamente la Sampdoria privata dei propri gioielli: «Siamo appena usciti due mesi fa da queste problematiche (ride, ndr), avremo tempo per affrontarle. Io al presidente credo – conclude Giampaolo -, ne abbiamo già parlato e ha garantito che non andrà via nessuno a gennaio».