Sampdoria-Bologna, Giampaolo: «L’obbligo della vittoria non è un peso»

giampaolo sampdoria
© foto Valentina Martini

Sampdoria-Bologna, Giampaolo presenta alla vigilia il match contro i rossoblù: «Farò qualche cambio, squadra diversa rispetto a Torino»

Giampaolo annuncia qualche cambio in vista della partita contro il Bologna, ma loda i suoi ragazzi per il match disputato a Torino contro la Juventus. La sconfitta è arrivata ma la squadra ha messo in campo una buona prestazione, gli errori che ci sono stati sono di centimetri a livello difensivo ed è mancato qualcosa a livello offensivo. Nella conferenza stampa – ai microfoni di SampTV -, il tecnico doriano sottolinea l’importanza della gara al “Ferraris”:  «In vista della gara di domani abbiamo recuperato principalmente le energie psico-fisiche. Sono stato chiaro e diretto con la squadra, ci giocheremo la partita motivati ed entusiasti: è una gara molto importante, quasi fondamentale, per noi. La dobbiamo vincere e dobbiamo far valere la differenza di motivazioni che ci possono essere in campo. L’obbligo della vittoria non è un peso, noi dobbiamo giocare per vincere come abbiamo sempre fatto: ci siamo posti questo obiettivo e contiamo di chiamare a raccolta tutti i nostri tifosi perché questo è il momento più importante per stare vicino alla squadra. La gara contro la Juventus è stata più dispendiosa dal punto di vista mentale che fisico: i numeri mi hanno confermato che, al di là di chi ha giocato i 90 minuti, non è stata una partita dispendiosa fisicamente. È vero che abbiamo giocato tre giorni fa ma è fondamentale innanzitutto che la squadra recuperi sul piano mentale: stamattina mi sono piaciuti durante l’allenamento e sono fiducioso».

Cosa è mancato a Torino e cosa cambierà contro il Bologna: «Sul piano offensivo non abbiamo espresso alcuni concetti in maniera nitida e stamattina abbiamo lavorato su movimenti, coperture spazi e tempi. Sul piano difensivo la squadra non sta facendo male, a Torino siamo stati puniti da due o tre sbavature riferiti a centimetri. Sono stati particolari che l’avversario ti evidenzia, ma la squadra non ha fatto male: i tre gol vanno contestualizzati, abbiamo fatto male contro Inter e Crotone ma non con la Juventus. Qualche cambio ci sarà, sarà una squadra diversa da Torino ma per le caratteristiche della contrapposizione. Penseremo alla Lazio solo dopo aver terminato il match contro il Bologna. La squadra di Donadoni ha sempre avuto un atteggiamento nelle partite disputate e me li aspetto tali e quali: dovremo essere pazienti, veloci nelle manovre, puliti tecnicamente e bravi nelle transizioni perché hanno qualità. Sarà una partita difficile perché loro hanno alternato grandi prestazioni ad altre inferiori, non sai mai cosa aspettarti. Sulla carta abbiamo più motivazioni? Nessuno vuole perdere, mi aspetto una gara dura da portare a casa con spirito, intelligenza e aiuto dal pubblico. Si vince insieme, il concetto di insieme abbraccia tutti: è il momento di stare uniti».

Articolo precedente
Sampdoria-Bologna, Donadoni: «Bisogna essere cinici e concreti»
Prossimo articolo
sampdoria ostiDallo Schalke alla Sampdoria: obiettivo Tedesco se parte Giampaolo