Giampaolo avverte: «Voglio il salto di qualità». Su Andersen e Vieira…

giampaolo sampdoria
© foto As Roma 11/11/2018 - campionato di calcio serie A / Roma-Sampdoria / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: Marco Giampaolo

Sampdoria-Bologna, Giampaolo presenta la sfida contro la squadra di Inzaghi: «Giocano quelli che stanno meglio»

SAMPDORIA-BOLOGNA IN STREAMING

Poco più di 24 ore ci separano da Sampdoria-Bologna, anticipo della 14ª giornata di Serie A in programma sabato 1 dicembre alle ore 20.30 tra le mura dello stadio “Ferraris”. Marco Giampaolo, alla vigilia del match, presenta in conferenza stampa la sfida contro la squadra di Filippo Inzaghi: «Il derby non è stata una partita perfetta e va analizzata anche sotto una particolare lente di ingrandimento. Mezza cosa viene subito ingigantita. Dovevamo ritrovare compattezza e attenzione, cosa che voglio vedere anche domani. Dalla mia squadra mi aspetto il salto di qualità domani, la partita difficile è quella di domani. Andersen? Non c’è motivo di farlo rifiatare. I giocatori possono anche sbagliare, ma devono saper reagire. Skriniar tre anni fa fece tre partite sbagliate, ma reagì. Se gli errori li subisci diventa un problema. Sbaglia chi non si assume la responsabilità. Vieira? È un’opzione a cui sto pensando per la partita di domani».

«Il Genoa ha giocato una partita di grande profondità – prosegue Giampaolo, ripercorrendo il derby di domenica scorsa – a giocato sui rimbalzi, sulle secondo palle. Dobbiamo aspettarcelo dagli avversari. Le squadra di media classifica sfruttano quelle che possono essere le opportunità da cogliere. Noi dobbiamo essere bravi ad aspettarci questo tipo di gioco: mi aspetto questo anche dal Bologna, che giochi sulla profondità e sulle seconde palle. Ci ho lavorato tutta questa settimana. Dobbiamo essere in grado di fare quella partita lì, che è la fotocopia di quella fatta anche dal Crotone nello scorso campionato. Il fatto che una squadra giochi lungo, non può cambiare il mio modo di essere. Il tiro di Romulo nel derby è nato da un errore in disimpegno difensivo. Ci sono state diverse situazioni sporche di gioco che hanno creato queste occasioni per gli avversari. Io voglio che la mia squadra giochi pulito, a questo non voglio rinunciare. Per ora siamo imbattuti nei derby».

«Il Bologna sa giocare determinate partite: allungano molto il gioco, sanno contrapporsi. Sarà una partita dove dovremmo avere pazienza. È una squadra che ha un suo perché. Non hanno un grande palleggio e fraseggio, giocano molto sulla profondità e densità. Hanno ottime soluzione sulle palle inattive. È una squadra che va affrontata in maniera intelligente e attentaBisogna ripartire con una grande prestazione, dobbiamo cercare la vittoria con i nostri tifosi. Ci son periodi in cui non riesci a dare continuità ai risultati positivi – spiega il tecnico doriano – fa parte della storia del calcio. Ci è capitato nella prima parte del primo anno di mia gestione ed è ricapitato adesso. Dobbiamo tornare ad essere credibili, dobbiamo essere sereni e saper gestire un momento negativo. La partita con il Genoa è stata giocata comunque con la testa e con attenzione. La squadra mi ha dato buone sensazioni e quando ha fatto male ha saputo reagire. Fino ad oggi è stato il nostro biglietto da visita.

Giampaolo spende infine qualche parola sull’attuale situazione in infermeria: «Barreto sta recuperando, non so quando sai disponibile. Stamattina il dott. Borino mi ha espresso sensazioni positive. È un giocatore importante per la nostra squadra, non solo nella partita domenicale, ma anche per come interpreta gli allenamenti. È il primo allenatore che ho in campo. Spero di recuperarlo presto. Defrel ha saltato due allenamenti, Saponara ne ha saltato mezzo. Ma stanno bene e sono convocati», ha assicurato.


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!

Articolo precedente
Inzaghi non ha paura: «Samp, vogliamo i tre punti»
Prossimo articolo
Sampdoria-Bologna, i convocati: un assente per Inzaghi