Il ritorno di Iachini: ed è subito amarcord

Iachini
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria, domenica al “Ferraris” un gradito ritorno: a guidare gli emiliani ci sarà Beppe Iachini, tecnico della storica promozione in A

Archiviata la bruciante sconfitta di mercoledì contro la Fiorentina, per la Sampdoria è tempo adesso di pensare nuovamente al campionato: in particolare, dato che ormai la Coppa Italia è sfumata, l’obiettivo della truppa guidata da Giampaolo sarà quello di difendere il sesto posto dal ritorno di compagini agguerrite come Torino, Milan, Atalanta e Fiorentina stessa. La prima tappa di quello che può considerarsi un nuovo campionato dei blucerchiati, nel quale l’attenzione sarà tutta rivolta alla Serie A, è rappresentata dal Sassuolo, che farà visita alla Sampdoria domenica alle 15.

Non sarà certamente una gara semplice, anche perché i neroverdi hanno riposato di più, ma soprattutto per il fatto che il cambio di allenatore sembra aver aiutato Magnanelli e soci a rialzarsi dopo una serie di risultati negativi. Sulla panchina degli emiliani è infatti arrivato da un paio di settimane una vecchia conoscenza blucerchiata, Beppe Iachini. Per l’allenatore ascolano domenica si tratterà certamente di una partita speciale, il ritorno al “Ferraris” da avversario. Iachini, dopo aver preso la Sampdoria lasciata a metà classifica da Atzori nell’anno della Serie B, guidò i blucerchiati ad una storica promozione ai play-off – unica squadra della storia del campionato cadetto ad essere promossa in Serie A essendosi piazzata sesta. I tifosi della Samp non lo hanno mai dimenticato, e lo stesso Iachini, ha sempre ricambiato l’affetto. Domenica saranno avversari per 90′, ma prima e dopo la partita i sarà tempo per scambiarsi i saluti: rivali solo sul campo, nemici mai.