Connettiti con noi

News

Sampdoria, nasce From 1946 to future: il comunicato – VIDEO

Pubblicato

su

Nuovo progetto per la Sampdoria: nasce “From 1946 to future”. Ecco il comunicato ufficiale e il video di presentazione

Nasce un nuovo progetto in casa Sampdoria. Si tratta di “From 1946 to future”, una collaborazione artistica che il presidente blucerchiato, Massimo Ferrero, ha ideato insieme all’artista Melkio.

COMUNICATO UFFICIALE – «Tutto il mondo Sampdoria in una sola opera. Un mondo che non si limita al gioco del calcio ma che comprende molto di più: mare e città, emozioni e sentimenti, persone e – naturalmente – colori. From 1946 to future è il nome del progetto artistico che il club del presidente Massimo Ferrero ha ideato e realizzato in collaborazione con l’artista Melkio. Racconto. Il fulcro del progetto è un artwork ricco di dettagli e personaggi capace di unire sport, passione e territorio in un unico racconto visivo. Un’opera che l’U.C. Sampdoria ha pensato proprio per raccontare sé stessa e impreziosire gli interni della nuova sede di Bogliasco in via di inaugurazione. Sostenibilità. I dipinti – uno principale (200 x 140 cm) e altri 8 pezzi unici – sono stati realizzati con legno di recupero al fine di dare nuova vita a materiale messo in disuso o buttato via. Un aspetto importante, questo, che rimarca l’impegno del club in fatto di ambiente e sostenibilità. Charity. Un impegno che si traduce anche in responsabilità sociale. Una serie limitata di 100 copie serigrafiche numerate dell’artwork principale sarà infatti in vendita in scala ridotta a SampCity. Alle ore 17.00 di mercoledì 15 dicembre Melkio sarà nel nuovo concept store blucerchiato di via XX Settembre, a Genova, per autografare personalmente le copie a chi le acquisterà per l’esclusiva occasione. Il ricavato sarà devoluto all’Istituto “Gaslini” nell’ambito delle iniziative di charity legate a Samp for People. MelkioMelkio è nato a Genova nel 1984 e disegna da sempre. I suoi disegni, così come i suoi progetti multidisciplinari, devono essere identificati come narrazioni, dialoghi rivolti all’osservatore in cui il segno non può che essere chiaro nella sua intelligibilità, semplice nel suo ascolto. Il segno e il colore sono pensati a sottolineatura della forma complessiva, al servizio di un immaginario fortemente surreale e iper-irrealistico. Melkio disegna così visioni oniriche, giochi di parole, associazioni di idee fotografandole con estrema lucidità: chiare immagini della sua realtà».