Sampdoria, Romei rinuncia allo stipendio. Ma non è l’unico

ferrero romei sampdoria aquilor
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria, definiti i passi del CdA con scadenza a giugno. Romei rinuncia allo stipendio, ma non è l’unico dei consiglieri a farlo

La Serie A aspetta di capire quando e in che maniera si potrà iniziare l’attività sportiva in vista della ripresa del campionato. Non sono solo queste però le priorità dei club. All’orizzonte ci sono anche le scadenze relative ai bilanci e la Sampdoria dovrà assolvere all’ordinaria amministrazione. A quanto riporta il Secolo XIX, è definito il percorso del CdA blucerchiato con scadenza a giugno.

Nelle prossime settimane si terranno un paio di riunioni per l’approvazione del bilancio. Non mancano le polemiche sui compensi, sebbene non sia cambiato nulla rispetto a quanto già noto. I consiglieri percepiranno 140mila euro lordi: 60mila per il presidente Massimo Ferrero (in aggiunta al milione e 140mila euro) e 20mila euro a testa per ogni membro al netto dell’avvocato Antonio Romei e Giovanni Invernizzi che hanno fatto formale rinuncia.