Sampdoria in ansia: si allungano i tempi per Saponara

saponara sampdoria
© foto Mg Genova 02/09/2018 - campionato di calcio serie A / Sampdoria-Napoli / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Riccardo Saponara

La Sampdoria torna a lavorare a gruppi ridotti: Praet pronto per il rientro, per Saponara invece ci vorranno una cinquantina di giorni

Con la ripresa degli allenamenti fissata a mercoledì e la partita contro lo Spezia prevista per sabato pomeriggio, la Sampdoria ha ricominciato a lavorare a ranghi ridotti ieri al “Mugnaini”. Nicola Murru e Lorenzo Tonelli hanno svolto lavoro differenziato per recuperare dalle fatiche del match contro il Napoli, ma le loro condizioni non destano alcuna preoccupazione in vista della trasferta di Frosinone. Contro i gialloblù neopromossi ci sarà anche Dennis Praet, che sembra ormai aver recuperato a pieno dalla distorsione al ginocchio che per il momento gli ha impedito di esordire in campionato: il tecnico blucerchiato Marco Giampaolo sta ancora valutando quale sarà il ruolo del belga nel centrocampo doriano, se quello di mezz’ala o quello di playmaker. Hanno continuato a seguire il loro iter riabilitativo anche Vasco Regini e Riccardo Saponara: per il trequartista, che contro il Napoli si è procurato una lesione del bicipite femorale, le sensazioni non sono particolarmente positive. Con ogni probabilità i tempi di recupero si allungheranno ulteriormente, tanto che il rientro in campo del numero 5 potrebbe avvenire intorno alla partita contro il Sassuolo del 22 ottobre, dunque fra più di un mese e mezzo.

Articolo precedente
cassano sampdoriaCassano sorprende ancora: si iscrive e rinuncia al corso da ds
Prossimo articolo
BereszynskiBereszynski sta bene alla Samp: «Ma sogno la Premier League»