Sampdoria, la richiesta dei tifosi al club contro il Coronavirus

tifosi sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

I tifosi della Sampdoria hanno chiesto alla Sampdoria di devolvere i rimborsi delle quote abbonamento in favore del Policlinico San Martino per fronteggiare il Coronavirus

I Gruppi della Sud e la Federclubs hanno chiesto alla Sampdoria di devolvere i rimborsi delle quote abbonamento per le partite a porte chiuse in favore del Policlinico San Martino di Genova: «Oggi, come tante altre volte nelle situazioni nelle quali c’è stato bisogno, i tifosi Sampdoriani possono dimostrare con un piccolo grande gesto che la nostra comunità è qualcosa di più di una tifoseria di calcio. Abbiamo la possibilità di dare un aiuto, grande e concreto, laddove ce n’è davvero bisogno, ovvero i reparti ospedalieri impegnati nella gestione dell’emergenza legata al Coronavirus».

«Come? rinunciando al rimborso della quota abbonamento non goduta in occasione di Sampdoria Verona di domenica giocata a porte chiuse. Sapete quanto può valere questo piccolo gesto se tutti gli abbonati aderiranno? Fino a 170.000 euro! Chiediamo pertanto alla società Sampdoria di attivarsi, come già altre hanno fatto (vedi Parma), per darci questa possibilità in tempi rapidi e compatibili con l’emergenza in atto. Da parte nostra, dei ragazzi della Gradinata Sud e della Federclubs garantiamo l’adesione a questa forma di sostegno, indicando una destinazione che ci è stata segnalata come la più idonea alla causa: U.O.CLINICA DI MALATTIE INFETTIVE E TROPICALI DEL SAN MARTINO (EMERGENZA COVID 19). Cogliamo l’occasione per testimoniare la nostra vicinanza ai calciatori blucerchiati colpiti dal virus e soprattutto al nostro grande fratello blucerchiato dottor Amedeo».