Bazzani: «Lazio favorita. Ma la Sampdoria ha un jolly»

Iscriviti
bazzani sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Fabio Bazzani, ex di Sampdoria e Lazio, commenta la sfida che si disputerà sabato pomeriggio sul prato dell’Olimpico: biancocelesti favoriti

Fabio Bazzani, ex attaccante di Sampdoria e Lazio, ha espresso la sua opinione intorno alla partita di sabato all’Olimpico. A cittaceleste.it ha affermato come i capitolini siano i favoriti per la vittoria.

LAZIO SAMPDORIA «Mi aspetto una partita equilibrata, tutte e due hanno mille motivi per fare risultato. La Samp vuole dare continuità, la Lazio vuole riscattare il ko di San Siro. Ci sarà equilibrio e sarà gara aperta, ma la Lazio la vedo leggermente favorita. Penso abbia accumulato molta rabbia dopo il ko di Milano ma non credo ci saranno abbattimenti. Hai perso a Milano con l’Inter, ci può stare. Tra l’altro la Lazio ha giocato bene, è stata punita dagli episodi, per vincere contro la prima in classifica devi rasentare la perfezione. Poi avere fuori 2/3 della difesa titolare ha influito. I biancocelesti sono una certezza, venivano da 6 vittorie consecutive. Sono sicuro che prevarrà la motivazione non lo sconforto».

RANIERI E LA SAMP «Li alterna per tenerli tutti dentro il contesto. Poi hanno caratteristiche tutte diverse tra loro. Immagino giocherà Keita, non so chi lo affiancherà, magari confermerà l’ultima coppia. Da come si sta comportando Ranieri è difficile fare previsioni, li alterna e valuta di volta in volta chi schierare. Queste rotazioni sono un’arma in più. Tra l’altro tornerà in rosa anche Gabbiadini. Penso sia giusto il dosaggio di Quagliarella, è talmente forte che può sfruttare anche mezz’ora o 20 minuti per essere decisivo. La carta d’identità non fa sconti a nessuno, è normale il dosaggio, ma lui può essere un valore aggiunto anche così».

PASSATO CON INZAGHI «Simone è un amico, l’estate siamo sempre al mare insieme a Milano Marittima, so come lavora e non mi meraviglia che stia facendo così bene. Alla Lazio non c’era quando sono arrivato, lui andò alla Sampdoria al mio posto, fu uno scambio di prestiti. Però sì, lo conosco, l’estate siamo sempre insieme».