Sampdoria-Lazio, Inzaghi: «Voglio rivedere la mia squadra»

inzaghi lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Lazio è alle porte: il tecnico biancoceleste Inzaghi analizza la difficile trasferta di domani sera sul campo del “Ferraris”

L’esito finale della sfida tra Sampdoria e Lazio offrirà maggiori spunti per quanto riguarda la qualificazione alla prossima Europa League. Le squadre distano solamente tre lunghezze da loro e una vittoria, necessaria per dimenticare le recenti delusioni, garantirebbe un nuovo passo in avanti. Seppur partendo da favorito, Simone Inzaghi conosce molto bene le insidie del “Ferraris”: «Domani sarà una partita estremamente difficile, su un campo inviolato in questa stagione. Abbiamo avuto una buona settimana, abbiamo lavorato bene. L’augurio è quello di tornare a vincere, quest’anno non eravamo abituati a rimanere a secco per due gare. C’è grandissimo rammarico, avremmo meritato di vincere. Abbiamo fatto una buona gara concedendo alla Fiorentina qualche tiro da fuori e niente di più. Siamo stati danneggiati, questo non deve essere un alibi. Facendo il secondo gol, tutto questo non sarebbe successo».

«Bisogna lasciarsi tutto alle spalle, ormai è il passato – ammette il tecnico biancoceleste in conferenza stampa. È stata una grandissima delusione per tutti quanti. avevamo fatto una buona gara, intensa, aggressiva. Adesso va messo nel dimenticatoio, questa settimana ho visto la squadra che ha lavorato bene. Domani affronteremo una grandissima squadra con un bel pubblico e un allenatore che stimo tantissimo. Non ho convocato Felipe Anderson e Wallace, cercheremo di recuperarli per la partita di giovedì». La Lazio deve comunque fare di più: «Con la Roma abbiamo commesso errori individuali che ci sono costati la partita. Quella con la Fiorentina la reputo una buona gara contro un avversario organizzato e forte. Avremmo dovuto fare di più, quello che stiamo facendo in questo momento con squadre di quel calibro non basta. Sappiamo che troveremo un avversario forte e preparato. Stiamo tenendo il passo delle quattro corazzate davanti che stanno avendo delle medie record. La Lazio non è da meno. Il nostro obiettivo è di guardare partita dopo partita. Vogliamo tornare a vincere, dobbiamo guardare davanti. Voglio rivedere la mia Lazio».