Sampdoria-Milan, Zapata ricorda: «Io l’avevo detto che avrei dato tutto»

Sampdoria Milan zapata
© foto www.imagephotoagency.it

Duvan Zapata dopo Sampdoria-Milan: «Sognavo il gol al “Ferraris”, lo dedico a chi mi è stato vicino a Napoli»

Protagonista assoluto del 2-0 rifilato oggi pomeriggio al Milan, l’attaccante della Sampdoria Duvan Zapata è riuscito a trovare il secondo gol in tre presenze con la maglia blucerchiata. Questa volta, però, è arrivato tra le mura del “Ferraris”: «E’ una bella sensazione, che sognavo dal momento in cui sono arrivato qua. Quanti gol posso fare? Bella domanda, piano piano sto trovando la mia condizione e ho saltato due-tre giornate. Col tempo starò sempre meglio, spero di fare più gol di quanti ne abbia fatti l’anno scorso». Oggi il colombiano ha fatto a sportellate con un altro Zapata, difensore del Milan, che gli ha aperto la via per il gol del vantaggio: «Cristian è mio cugino ed è stato un bel confronto con lui. E’ un grande difensore, ma la mia caratteristica è lottare e cercare di portare avanti la squadra». 

Oltre alla rete dell’1-0, Zapata ha anche offerto una prestazione di grande sacrificio per i compagni: «L’ho detto dal primo giorno che avrei dato tutto – ricorda il numero 91 in zona mista – e spero di continuare così. Ho sfruttato la sosta, con il rinvio della partita contro la Roma ho avuto ancora più tempo per capire meglio le idee del mister: sicuramente mi manca ancora qualcosa, ma pian piano arriverà. Il gol lo dedico a me, alla mia famiglia e a quelli che mi sono stati vicino in cui quei momenti bui a Napoli, dove non mi hanno trattato molto bene».