Giampaolo e il VAR: «Basta porcate. Sala? Meglio di lui solo Cancelo»

giampaolo sampdoria-spal
© foto Valentina Martini

Sampdoria-Parma, Giampaolo presenta in conferenza stampa i temi legati alla sfida tra le mura del “Ferraris”

SAMPDORIA-PARMA GRATIS SU DAZN: ECCO COME FARE
SAMPDORIA-PARMA: LE PROBABILI FORMAZIONI

La Sampdoria affronterà il Parma di Roberto D’Aversa nella gara valida per la 16ª giornata di Serie A, in programma domenica 16 dicembre alle ore 15. Il tecnico blucerchiato Marco Giampaolo anticipa la sfida durante la consueta conferenza stampa: «L’immagine più bella è sicuramente quella del gol di Saponara, ha rappresentato un colpo di genio, di arte. Un gesto che non è riproducibile. E subito dopo l’esultanza. Tutti i componenti della panchina si sono precipitati sotto i nostri tifosi. Questo è quello che caratterizza la coesione di un gruppo di calciatori, che abbassano la testa e credono in quello che fanno. C’è stata una grande collaborazione e questo tipo di solidarietà mi è piaciuto molto. Il Parma fino ad oggi ha avuto un percorso importante. Mi ricordo un’amichevole estiva, ma non è più quella squadra. Ha fatto risultati in trasferta su campi difficili come Genova, Milano e Torino. È una squadra che ha il suo tipo di organizzazione, che sa sfruttare le sue caratteristiche. È una partita dura, ci sarà da avere pazienza e qualità. Ci sarà da stare attenti tutti. Dovremo essere concentrati sulle palle inattive. Ci aspetta una partita dove dovremo dare il 100% e non accontentarci. Obbligatorio dare continuità ai nostri risultati».

«Credo ancora che il VAR sia una garanzia. Poi possono esserci anche valutazioni diverse, alcune volte la segnalazione arriva dall’assistente. Ci sono stati episodi in queste ultime domeniche. Tutti possono sbagliare, ma l’importante è lavorare per migliorare e ridurre gli errori che si possono commettere. Nessuno è esente da colpe. L’atteggiamento migliore è quello di valutare gli errori per poi correggergli. È comunque un salto di qualità importante, le porcate che si facevano una volta non si possono più fare. Oggi siamo tutti più tutelati rispetto ai condizionamenti che ci possono essere. In quei novanta minuti c’è stato di tutto: buona qualità di palleggio e personalità, grande voglia di soffrire, grande spirito di squadra. Abbiamo giocato bene prima e subito troppo dopo. Se ci fosse stata una ripartizione di queste componenti sarebbe stato meglio. Era una tappa importante per noi, significava sfatare un campo che ci aveva portato male. Abbiamo fissato un punto per continuare a migliorarci».

«Barreto si è allenato in questa settimana e sarà a disposizione. Per questo mini ciclo tornerà a giocare. Bereszynski dovrà stare fermo per un po’, al suo posto giocherà Sala di cui ho tanta fiducia. Ha tanta qualità, si è sempre allenato bene: ha bisogno di fiducia anche dall’ambiente perché è molto ben contestualizzato nel nostro modo di giocare. Lo sostengo fortemente, lui è forte e deve sentire la fiducia. Io un debole per Sala l’ho sempre avuto, con le sue qualità tecniche ce ne sono pochi, forse solo Cancelo. Saponara o Ramirez? Li contestualizzerò nella partita di domani, dipende da tante cose e non solo dal giocatore stesso. Stanno bene entrambi: Gaston ha fatto molto bene, Riccardo ha fatto molto bene in Coppa Italia e determinante a Roma contro la Lazio. Defrel sta bene, è recuperato. Se la Samp vuole fare un buon campionato, deve avere la qualità di tutti i suoi giocatori. Stanno entrambi bene. Regini oggi giocherà con la Primavera, gli altri sono tutti a disposizione. Ora ci toccherà giocare 4 partite in 14 giorni e tutti i giocatori dovranno essere impiegati».


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!

Articolo precedente
tonelli sampdoriaTonelli scuote la Samp: «Dobbiamo lottare per l’Europa». E sul gol di Saponara…
Prossimo articolo
Giampaolo D'AversaD’Aversa scalda il Parma: «Gemellaggio? In campo sarà battaglia»