Ranieri: «Mezz’ora regalata. Il Parma non ha fatto grandi cose»

Sampdoria Sassuolo Ranieri
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Parma, la conferenza stampa di Ranieri: «Mezz’ora regalata. Loro non hanno fatto grandi cose»

Claudio Ranieri è intervenuto in conferenza stampa per analizzare la pesante sconfitta rimediata dalla sua Sampdoria contro il Parma: «Abbiamo impiegato mezz’ora prima di iniziare a giocare, anche se abbiamo concesso solamente qualche ripartenza. Ci siamo fatti sorprendere nell’episodio decisivo. Successivamente abbiamo cambiato marcia, creando molto di più. Purtroppo è un momento così, dobbiamo rimanere determinati e convinti».

«La Sampdoria non è abituata a questa posizione di classifica. Dobbiamo essere rabbiosi nel non prendere gol e poi pensare a mettere a posto le cose. Contro il Parma, per la prima volta, non lo siamo stati. Stasera ho detto alla squadra di essere concentrata, far girare palla velocemente e trovare le punte. Nell’ultimo passaggio, però, tornavamo indietro. Questo ha dato fiducia al Parma, che non ha fatto grandi cose».

Ranieri rimane della sua idea sul futuro che aspetta la Sampdoria: «Se ci salviamo? Certo che ci salviamo, dobbiamo farlo, ne resto convinto. Però ovviamente dobbiamo calcarci di nuovo nei panni di chi per salvarsi deve lottare con i denti».

Sulla sostituzione di Gaston Ramirez: «Non era in una delle sue solite giornate e l’unico giocatore in grado di allargare il gioco e fare cross è Leris. Questo è il motivo del cambio. Thorsby? Ha fatto il suo, non gli si può rimproverare nulla. Quello che ha, lo dà. E per me è tantissimo, mi servono giocatori così. Ha sofferto Gervinho, sì, ma ne potrei elencare tanti di terzini, anche molto forti, che lo soffrirebbero».

Rigore sbagliato per Fabio Quagliarella, ma Ranieri non se la sente di criticarlo: «Non è un giovane che deve scoprire il domani. Lui sta assaporando l’esperienza e avrà tanta voglia di fare bene nel derby. I derby si caricano da soli. Girando per la città, sappiamo che sia noi che i cugini saremo agitati», ha concluso il tecnico.