Sampdoria, polveri bagnate: l’attacco si è inceppato

© foto www.imagephotoagency.it

La crisi di gioco e di punti della Sampdoria sono figlie della crisi dell’attacco doriano: sono solo 7 i gol realizzati dai blucerchiati nelle ultime 10 partite

I motivi della crisi della Sampdoria, che ormai da mesi procede in modo claudicante verso un finale di campionato da vivere non più come protagonista ma quasi come comparsa, sono disparati. Pretendere di analizzarli tutti sarebbe certo impossibile, ma alcuni sono conclamati: uno di questi è la crisi di gol. Da macchina inarrestabile – o quasi – da reti, la Sampdoria ha pian piano sgonfiato le proprie certezze offensive accumulando prestazioni poco convincenti, per usare un eufemismo.

Sono solo 7 le reti nelle ultime 10 partite di campionato, un dato che dovrebbe far riflettere a fondo anche Giampaolo. Il gioco dei blucerchiati è forse diventato troppo prevedibile per le difese avversarie? O si tratta di una mancanza di lucidità a livello psico-fisico? Quel che è certo è che dalla trasferta di Milano la Sampdoria ha segnato solo 7 gol – Silvestre e Zapata contro l’Udinese, Zapata a Crotone, Quagliarella su rigore contro il Chievo, Caprari e Zapata a Bergamo e ancora Zapata mercoledì contro il Bologna. Un reparto divenuto asfittico insomma, la cui crisi si riflette nella crisi di punti della Sampdoria. Pretendere l’aggancio alla zona che vale l’Europa con questi numeri diventa difficile.