Praet romantico: «Non volevo andare via, sarò un leader della Sampdoria»

Praet Sampdoria
© foto Valentina Martini

Il centrocampista belga dichiara amore alla Sampdoria, dopo un anno positivo ma complicato: «Sono grato al club, voglio ripagare la fiducia»

I dieci milioni di euro spesi per acquistarlo pesano molto sulle spalle di Dennis Praet, non più quanto la prima stagione con la maglia della Sampdoria. L’inizio di questo campionato testimonia come il belga abbia ormai preso confidenza con il ruolo impartitogli da Marco Giampaolo, riuscendo a esprimersi al meglio ed essere maggiormente concreto per la squadra. Un altro giocatore, verrebbe da dire, che comunque era appetito da numerose società durante il calciomercato estivo: «Non volevo andare via, speravo che cambiasse qualcosa nella mia posizione all’interno del gruppo. Sto benissimo così e la mia passione nei confronti della Sampdoria è cresciuta, il presidente è una persona speciale che bada molto all’approccio caloroso con tutti i giocatori. Questa è la prima grande differenza rispetto all’Anderlecht. Sono molto grato al club – ammette Praet ai microfoni di Humo, vorrei ricambiare la fiducia diventando un leader di questa squadra, un giocatore importante».