Sampdoria, Ranieri: «Ci siamo smarriti. Quagliarella? Mi dispiace»

Iscriviti
ranieri sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Claudio Ranieri, allenatore della Sampdoria, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine del match contro lo Spezia: le sue dichiarazioni

Claudio Ranieri, tecnico della Sampdoria, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine del match di Serie A contro lo Spezia.

LEGGI ANCHE – Spezia-Sampdoria: gli highlights del match

ERRORI – «Ci siamo innervositi e credo che sia stata una brutta partita da parte nostra. Ha meritato lo Spezia, ha fatto gol. Quando sbagli alcune occasioni nel primo tempo finisce che ti smarrisci, non abbiamo trovato la strada giusta per fare male a questo Spezia».

PERCORSO – «È meglio non rispondere adesso alla domanda su quello che vogliamo fare da grandi. Volevo fare una buona partita ma onestamente è stato lo Spezia ad avere determinazione. Di solito noi siamo molto bravi a vincere i duelli, a prendere le seconde palle. Oggi abbiamo perso tutti i duelli e abbiamo perso tutte le seconde palle. Oggi l’avversario ha voluto più di noi la vittoria».

ATTACCO – «Keita è sempre stato una minaccia nella loro difesa. Io lo assolvo».

MERCATO – «Io mi sento in imbarazzo quando perdo, non quando mi comprano i giocatori. Il terzino Sy è un ragazzo, vediamo se lo portiamo a casa. È di prospettiva. Non avevo un giocatore per far riposare Augello, i numeri ce li ha poi vediamo quanto migliora a giocare con noi».

QUAGLIARELLA – «Mi dispiace tenere in panchina il nostro leader. Ma ci sono delle partite dove bisogna giocare in una determinata maniera e non rientrano nelle sue caratteristiche. Se salta qualche partita non succede nulla».