Sampdoria, retroscena Eto’o: «Portò fuori a cena alcuni tifosi»

eto'o sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Viviano ricorda Eto’o: «Portò fuori a cena alcuni tifosi della Sampdoria. Il suo peso si sentiva nello spogliatoio»

Nel 2015, anche se per soli sei mesi, un campione del calibro di Samuel Eto’o vestì la maglia della Sampdoria. L’ex portiere blucerchiato Emiliano Viviano lo ha ricordato, svelando anche un curioso retroscena: «Un campione che non ha bisogno di presentazioni, ma di un’umiltà incredibile: il suo arrivo a gennaio toccò degli equilibri, il peso nello spogliatoio si sentiva. I tifosi della Samp portati fuori a cena? Vero, ma di aneddoti su Samuel ne avrei mille. Ricordo gli aiuti che dava alle persone al centro sportivo dell’Inter, gli chiedevi se nei suoi viaggi tra Londra e Milano ti prendeva un paio di scarpe che facevi fatica a trovare, e lui te le regalava».

Durante il suo periodo alla Samp, Viviano ha giocato insieme anche ad un altro fuoriclasse come Antonio Cassano: «Io ho avuto quello migliore, in Nazionale durante le qualificazioni agli Europei del 2012, e poi quello tornato alla Samp che ha fatto più fatica: ma al di là di quello che poteva fare in campo, Antonio spostava gli equilibri solo per la sua presenza. Era una roba pazzesca – ha concluso in diretta Instagram con Casa Di Marzio – dove gli altri vedevano centimetri di campo lui vedeva metri».