Sampdoria-Roma, Di Francesco: «Il fallo di Ferrari ha condizionato la gara»

Di Francesco Roma
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria, le ultime notizie – Eusebio Di Francesco commenta il rigore: «Ci può stare, ma quella di Ferrari è ostruzione netta, ha condizionato la gara»

Il gol di Dzeko ha evitato una sconfitta che sarebbe stata particolarmente pesante per la Roma di Di Francesco, già reduce da un periodo poco positivo in campionato. A fine gara, l’allenatore giallorosso ha commentato la partita dei suoi, senza rinunciare ad una punta di polemica per la gestione del match da parte dell’arbitro: «Oggi non siamo stati premiati, anche per un episodio iniziale che ha fatto andare la squadra in svantaggio. Non tanto il rigore, che ci poteva stare, anche se Kolarov si è mosso in maniera congrua con il corpo, ma il fallo che poi ha determinato tante cose. La squadra mi è piaciuta, perché ha ritrovato spirito, desiderio di giocare, di mettere le squadre avversarie dall’altra parte e verticalizzare. Alla fine, con coraggio, facendo anche esordire un ragazzino come Antonucci che ha dato qualità. Contento anche di Schick, perché è partito a destra e ha fatto i primi 20′ benissimo: è solo questione di testa, non di sistemi di gioco. Ha qualità importanti e ha dimostrato di saper giocare in tutti i ruoli dell’attacco».

L’allenatore giallorosso non ha certo digerito il metro di giudizio adottato dal fischietto vicentino: «Orsato? Quando si parla di ostruzione bisogna essere obiettivi, e questa è stata un’ostruzione netta. La palla passa e Ferrari si disinteressa completamente del pallone, perché se si girasse per andare verso la palla allora sarebbe diverso. Il guardalinee ha alzato la bandierina per dare fallo a noi, mica per dare il fuorigioco: questo fa capire che ha scelto ho Orsato e basta, magari vedendo meno bene, non accettando collaborazione o di andare a rivedere l’azione al VAR. Al di là dell’episodio, il rigore ci può stare, ma è la dinamica della gara che può cambiare radicalmente: nel primo tempo abbiamo creato davvero tanto, Alisson non ha fatto una parata e ha preso un gol. Nonostante questo e il nervosismo, la squadra ha reagito alla grande»