Connettiti con noi

Hanno Detto

Sampdoria Women, Cincotta: «Abbiamo detto la nostra contro la Roma. Rincon? Ci auguriamo non sia grave»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Antonio Cincotta, allenatore della Sampdoria Women, ha parlato al termine del match perso contro la Roma: le sue dichiarazioni

(Emanuele Cavo, inviato a Bogliasco) – Antonio Cincotta, allenatore della Sampdoria Women, ha parlato al termine del match perso contro la Roma. Ecco le sue dichiarazioni raccolte dalla redazione di sampnews24.com.

RINCON«Rincon aveva dei giramenti di testa forti. Ci auguriamo che non sia niente di grave. Ha dimostrato con il suo modo di fare lo spirito della mia squadra. Qualsiasi altra giocatrice sarebbe uscita invece lei è rimasta in campo a dare il meglio di se nonostante la condizione fosse così e così. A lei il nostro più grande abbraccio».

PARTITA«Abbiamo giocato uno dei secondi tempi più forti di sempre contro una delle squadre con il tasso tecnico più alto d’Italia. Solo e soltanto questo dobbiamo portare a casa. A volte nel calcio vinci al 92′ come è successo a Napoli, oggi abbiamo perso al 93′ ed è la legge del calcio devi tenerti le cose buone e migliorare su quelle non buone. Abbiamo perso probabilmente perchè avremmo potuto gestire qualche pallone un pochino meglio nel finale, ma chiedere di più a questa squadra è veramente difficile. Ancora una volta oggi siamo andati oltre ogni limite pensabile. Usciamo senza punti e questo ci fa arrabbiare, ma consapevoli che stiamo costruendo qualcosa di completamente impensabile. Quindi soltanto applausi per tutta la Sampdoria».

BILANCIO«In questo momento stiamo andando al di sopra delle aspettative pero siamo persone che non si accontentano. La Milano-Sanremo non la vinci a Pavia. Noi siamo a metà percorso e dobbiamo salvarci. Mancano tantissimi punti alla salvezza e quindi dobbiamo stare soltanto sul pezzo e con la serenità che ci contraddistingue andare avanti, crescere e far si che il nostro obiettivo si trasformi in realtà quanto prima».

ROMA«Quando giochi contro questi top club con calciatrici con esperienza mondiale come Linari, Andressa, Sertolini ti confronti con un livello più alto del tuo in partenza. Però la partita dice che con piccoli accorgimenti, con tanto tanto acume tattico puoi dire la tua, puoi almeno provarci e abbiamo provato a dire la nostra e non abbiamo accettato di fare da sparring partner di un top club a cui vanno i complimenti perchè hanno vinto, ma abbiamo giocato la nostra miglior partita possibile e mi permetto di dire che comunque abbiamo due centrali fuori, Re fuori, per cui le ragazze meritano veramente un grandissimo applauso perchè ci teniamo stretto quello che abbiamo».

FALLICO«Ha giocato una grande partita e a lei vanno tanti complimenti».

Advertisement

News

Advertisement