Sampdoria-Sassuolo, Giampaolo: «Pagati campo e calo fisico»

giampaolo sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Sassuolo, Giampaolo digerisce la sconfitta: «Avremmo potuto anche pareggiarla, siamo stati puniti all’ultimo. Dopo la Juventus mai più vinto»

La Sampdoria non riesce più a vincere, e anche oggi, contro il Sassuolo, cade tra le mura casalinghe per mano di Alessandro Matri, che al 90′ regala i tre punti alla sua squadra nonostante il rigore parato da Emiliano Viviano. Al termine del match, il tecnico blucerchiato Marco Giampaolo ha analizzato la sconfitta: «Ubriacatura dopo la vittoria sulla Juventus? I fatti dicono questo, non vi posso contraddire. Non abbiamo più vinto, i numeri parlano chiaro e avete ragione voi. Oggi abbiamo trovato una squadra più brillante, con una freschezza diversa e giocatori forti nell’uno contro uno. Per noi è stata una partita sporca, probabilmente abbiamo pagato anche il turno di Coppa Italia, bisogna essere preparati fisicamente. Il campo non era in condizioni ottimali – sottolinea Giampaolo – ma questo non dev’essere assolutamente un alibi, abbiamo giocato più lunghi del solito e non avevamo la forza per correre di più. Comunque siamo stati puniti al 90′, la partita la potevamo portare a casa e pareggiare».

Nelle ultime partite, la Sampdoria ha il vizio di regalare gol agli avversari nei minuti finali: «Un caso? Oggi sì, contro la Lazio idem, e anche a Firenze può essere un caso. Può essere un calo di attenzione, o che ci siamo arrivati fiacchi fisicamente, e quando perdi brillantezza perdi lucidità. Infatti, questa settimana infatti li ho fatti allenare pochissimo, perché qualche sensazione ce l’ho: ora è più importante recuperare energie fisiche e mentali che allenarsi, arrivando alla sosta con intelligenza. Noi ci alleniamo e tentiamo di giocare per avere il controllo della gara, avendo sempre iniziativa, ma ultimamente ci riusciamo meno: oggi è stato complice anche il terreno sporco – conclude Giampaolo ai microfoni di Sky Sport – abbiamo avuto paura di giocare la palla e controllarla, oltre alla condizione fisica ben più evidente».

Articolo precedente
ferrari sampdoriaSampdoria-Sassuolo, Ferrari: «Niente drammi, non ci è girata bene»
Prossimo articolo
pradè sampdoriaSampdoria-Sassuolo, Pradè: «Vogliamo vincere a Napoli»