Sampdoria-Spal, Giampaolo: «Possiamo restare in alto»

Giampaolo Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico blucerchiato introduce in conferenza stampa i temi principali di Sampdoria-Spal, gara valida per la 19a giornata di Serie A

Sampdoria e Spal si affrontano domani pomeriggio al “Ferraris” in quella che sarà l’ultima gara del girone di andata. I ferraresi sono alla ricerca di punti utili per scalare le zone basse della classifica, i blucerchiati sono invece chiamati a vincere, senza se e senza ma, per chiudere definitivamente il periodo nero iniziato dopo la sorprendente vittoria contro la Juventus. Ecco i temi caldi discussi in conferenza stampa dal tecnico doriano Marco Giampaolo.

«Valuto giornalmente la squadra e la qualità degli allenamenti è sempre molto alta. La partita poi emette un verdetto e vado ad analizzarla in maniera molto critica perché sono esigente. I miei ragazzi hanno la possibilità di rimanere nelle posizioni nobili della classifica fino al termine del campionato. Chiedo loro di dare il massimo, ma con grande serenità e gioia. Contro la Spal serve giocare una grande partita che, poi, 99 volte su 100 è sinonimo di vittoria e sono fiducioso che questo accada. Non so se Zapata ce la farà, ma nel caso non so ancora chi prenderà il suo posto. Linetty si è allenato con noi per tutta la settimana ed è convocato, per noi è un giocatore molto importante. L’avversario è neopromosso, ma ha messo in difficoltà diverse squadre in questa prima parte di campionato. Una formazione fisica con un bel parco attaccanti. Ho grande rispetto per l’avversario, ma allo stesso tempo nutro molta fiducia nella mia squadra e prima degli altri guardo a noi stessi».».

«Il bilancio personale lo farò quando finirà la mia avventura qui e spero che questo avvenga il più tardi possibile. Ho un forte senso di appartenenza, spero di poter continuare a migliorare qui. Migliorare a gennaio è difficile. Puoi cedere qualche elemento scontento e portare dentro qualcuno per rimpiazzarlo, altrimenti questa rosa è già competitiva. Viviani? È uno specialista dei calci piazzati, ha ottime qualità balistiche e dovremo essere bravi a contrastarlo. Questa squadra segna molto di più rispetto all’anno scorso, probabilmente subisce qualche gol di troppo, ma l’organico è più o meno lo stesso. Commettiamo ancora alcuni errori, come in occasione della trasferta di Napoli, per eccesso di autostima e questa è una mentalità giusta. Dobbiamo essere bravi con accorgimenti preventivi per rendere la vita più difficile per l’avversario di turno e lo abbiamo fatto anche questa settimana».