Sampdoria, ultimi 15′ da incubo: blucerchiati troppo distratti

© foto Valentina Martini

Blucerchiati ultimi nella classifica dei gol concessi nell’ultimo quarto d’ora di gioco: a fine stagione i punti così regalati potrebbero pesare

La Sampdoria sta volando in questa stagione, anche oltre le più rosee aspettative di tifosi e società stessa: nessuno avrebbe preventivato un campionato di così alto livello da parte dei blucerchiati, soprattutto dopo le cessioni estive – Skriniar, Fernandes, Muriel e Schick – che sembravano aver tolto alla squadra quello che era stato l’asse portante sul quale si era costruita la scorsa positiva annata. Lo stesso Giampaolo ha confidato che non si sarebbe atteso una squadra così gagliarda, ma i nuovi acquisti hanno sostituito alla perfezione gli elementi partiti, e adesso, a più di metà del campionato, la Sampdoria è in corsa per un posto in Europa League.

Sono molti gli aspetti positivi di questa stagione, primo fra tutti un attacco davvero atomico, il quarto della Serie A. Ci sono però anche aspetti che dovranno essere messi a posto dalla compagine blucerchiata, che risulta essere la squadra che ha concesso più reti negli ultimi 15 minuti di gioco. Sono ben 11 i gol avversari arrivati nel quarto d’ora finale, una spia d’allarme che porta a pensare ad un problema soprattutto mentale, alla difficoltà di mantenere la concentrazione e di restare in partita per tutti i 90′. La Samp ha perso diversi punti in questo modo – le gare con Sassuolo, Benevento e Roma insegnano -, punti che alla fine della stagione potrebbero pesare nella classifica dei blucerchiati. Se dunque l’obiettivo è ora diventato quello dell’Europa, Quagliarella e compagni dovranno cercare di migliorare questa statistica negativa. Se la Sampdoria riuscirà a blindare maggiormente la propria porta, soprattutto nei minuti finali, le possibilità di centrare il sesto posto – e, perché no, anche di più, viste le difficoltà delle squadre che la precedono – aumenteranno sensibilmente.