Sampdoria, vai contro la storia: “Ferraris” succursale di “San Siro”

streaming sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

I precedenti fra blucerchiati e nerazzurri premiano la squadra meneghina: al “Ferraris”, però, negli ultimi anni la Samp ha svoltato

Domenica all’ora di pranzo la Sampdoria sarà chiamata a rialzare immediatamente la testa dopo la disfatta di Crotone: al “Ferraris” arriverà infatti l’Inter, squadra che ha iniziato il campionato a mille conquistando anche per alcune giornate la vetta della classifica, salvo poi incocciare in un periodo nero che l’ha portata a lottare per il quarto posto, utile per raggiungere la Champions League, con Roma e Lazio. I blucerchiati, dal canto loro, approcceranno la sfida con lo sfavore del pronostico vista la poca cattiveria agonistica e la scarsa lucidità mentale viste a Crotone: e anche dal punto di vista dei precedenti, la lotta è piuttosto impari.

Se si guarda infatti a tutti i matches ufficiali giocati fra le due squadre – 134 in totale – i milanesi sono in netto vantaggio grazie a 69 vittorie a 23, con 42 pareggi a completare il dato. Se guardiamo invece solo alla Serie A e alle partite al “Ferraris“, i numeri si equilibrano maggiormente, ma vedono sempre in vantaggio la formazione meneghina, forte di 27 vittorie contro le sole 12 doriane, a fronte di 21 pareggi. Insomma, l’Inter sembra essere una vera e propria bestia nera: a migliorare parzialmente i dati sono stati gli ultimi incontri disputati a Genova: in fin dei conti, i nerazzurri non vincono a Marassi dallo 0-4 del 2013/14, partita della famosa mancata stretta di mano fra Maxi Lopez e Icardi.

Nelle stagioni seguenti, la Samp ha migliorato certamente il proprio score, vincendo per 1-0 nel 2014/15 – Eder – e lo scorso anno – Quagliarella – e pareggiando per 1-1 nel 2015/16. Insomma, rispetto al passato le cose sembrano essersi aggiustate. Ci vorrà però la migliore Sampdoria, la versione casalinga dei blucerchiati insomma, per aver ragione dell’Inter: una squadra, quest’ultima, che può non giocare bene da ormai qualche partita, ma i cui campioni possono svoltare la gara da un momento all’altro. Con tanta attenzione e testa, però, la Sampdoria ha le armi per far male ai nerazzurri e continuare ad inseguire l’Europa.

Articolo precedente
Praet SampdoriaPraet pezzo pregiato: lo vogliono anche Inter e Roma
Prossimo articolo
Sampdoria-Inter, arbitra Tagliavento: con i nerazzurri è un incubo