Sampdoria, hai fatto ancora bingo: che impatto di Zapata

zapata sampdoria
© foto Valentina Martini

Sampdoria, con Zapata hai fatto l’ennesimo colpo: il colombiano è rinato a Genova, lo certificano i numeri e le prestazioni in campo

Quando, verso la fine del calciomercato estivo, l’affare con la Roma per la cessione di Schick era ormai in via di definizione, la Sampdoria aveva iniziato a guardarsi attorno per sostituire il ceco, sondando essenzialmente tre piste: Falcinelli – che però il Sassuolo aveva dichiarato incedibile -, Thereau – che scelse la Fiorentina – e Zapata, fuori rosa a Napoli e reduce da due anni di prestito all’Udinese. La scelta della società blucerchiata, in quel caso, fu un po’ dettata dalla mancanza di alternative, ma, a posteriori, si può dire sia stata assolutamente corretta: l’arrivo di Zapata a Genova – per una cifra intorno ai 20 milioni – è stato in effetti uno degli acquisti più azzeccati dell’era Ferrero, tanto che l’attaccante colombiano non solo ha dimostrato di poter essere più che utile alla causa blucerchiata entrando già in sintonia con i compagni e col tecnico, ma è anche riuscito a guadagnarsi l’attenzione e la convocazione della sua Nazionale.

Insomma, in pochi mesi, come sottolineato sia dal classe ’91 che da Giampaolo, la vita di Zapata è svoltata in positivo. Lo confermano, se ce ne fosse bisogno, i numeri di questo inizio di campionato, che evidenziano l’importanza del centravanti nell’economia di gioco doriana. In sei partite giocate Zapata ha messo a segno 3 gol e 2 assist, uno score niente male per un giocatore che, lo scorso anno in Friuli, aveva messo insieme 10 reti giocando ben 38 gare. La trasformazione di Zapata, insomma, è evidente: merito certamente dell’approdo in una squadra più organizzata, nella quale tutti sanno cosa fare, compreso chi è arrivato da poco. In coppia con un attaccante straordinariamente disponibile al sacrificio come Quagliarella, Zapata può fare ciò che meglio gli riesce, ovvero difendere il pallone grazie al suo fisico poderoso, spizzare sui lanci lunghi per i compagni e, naturalmente, rendersi protagonista di accelerazioni palla al piede in cui diventa letteralmente incontenibile – chiedere ad Ajeti. Sembra che la Samp, dunque, abbia centrato ancora una volta in pieno l’acquisto: Zapata, se i numeri e l’impegno in campo resteranno questi, regalerà molte gioie ai tifosi blucerchiati.