Di Francesco chiama Ferrero: «Gli chiedo di accontentarmi»

Di Francesco Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Sassuolo-Sampdoria, la conferenza stampa di Di Francesco: leggi le dichiarazioni del tecnico blucerchiato

SASSUOLO-SAMPDORIA IN STREAMING: DOVE VEDERLA
SASSUOLO-SAMPDORIA: LE FORMAZIONI

Il tecnico della Sampdoria Eusebio Di Francesco analizza la trasferta contro il Sassuolo, valida per la seconda giornata di Serie A: «Si riparte dagli atteggiamenti. Non voglio vedere la mia squadra patire così tanto. Dobbiamo ancora migliorare questa rosa. Voglio vedere una squadra combattiva. Il calcio ci dà la possibilità di riprenderci quello che si è lasciato per strada. Maroni? Sono concentrato su altri calciatori, poi lo vedremo. Oggi ho rivisto Gabbiadini, difficile che ci sarà dal primo minuto. Gli altri sono tutti disponibili. Cambio di modulo? Non lo direi se lo facessi. Ma non è questione di sistema di gioco, bisogna parlare di cattiveria. Dovrò trovare le soluzioni giuste. Il calcio ti dà la possibilità di fare meglio. Siamo solo alla prima partita. Avremo tutti voluto un altro esordio. Mi ha sorpreso la prestazione di domenica. Hanno tutti voglia di dimostrare di essere diversi da quelli contro la Lazio. Estraniarsi dalla cessione? È difficile sentendone sempre parlare, spero che questa tarantella cessi il prima possibile in modo da finire il mercato e ripartire con i presupposti giusti. Domani c’è una partita e dobbiamo pensare a quella».

«Calendario difficile? Non posso pensare troppo in là. Ora pensiamo al mercato, perché dobbiamo migliorare questa squadra. Alcune trattative purtroppo non sono andate a buon fine. Ora voglio giocatori che vogliano la Sampdoria. Il presidente? È sempre positivo. Io posso solo chiedergli di accontentare le mie richieste. Conosco bene il Sassuolo. Hanno un sistema di gioco collaudato. Giocano insieme da più di un anno. Mi auguro di poter aiutare i miei a togliere le loro fonti principali di gioco dato che è una squadra che cerca sempre qualcosa in fase di palleggio. Ricordo il Sassuolo con stima, affetto e amore. Sono stati anni indimenticabili, soprattutto per essere riusciti ad arrivare in Europa League, con un progetto tecnico importante e una mentalità. E queste caratteristiche le rivedo. Dobbiamo essere noi bravi ad entrare in quest’ordine di idee».


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!