Sconcerti mette in guardia la Juve: «Può andare molto male»

dybala juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Mario Sconcerti analizza la gara di domenica fra Sampdoria e Juventus: «Se i bianconeri subiranno la velocità degli avversari, può finire molto male»

A differenza degli altri anni, la Sampdoria arriverà alla sfida di domenica contro la Juventus da diretta concorrente, o quasi. La distanza che separa le due squadre, infatti, è di soli 8 punti – senza contare che i blucerchiati hanno disputato una partita in meno – ed entrambe sono in un ottimo periodo di forma. Insomma, al “Ferraris” si prospetta un pomeriggio di grande calcio e una gara aperta ad ogni risultato. Anche il giornalista Mario Sconcerti, nella sua rubrica del Corriere.it, ha trovato difficoltà nel decretare con certezza quale delle due formazioni potrà portare a casa i tre punti: «È la partita più importante ed è fondamentale per la Juve nel far capire cosa sia davvero in questa stagione. La Juventus è più forte di un anno fa, ma ha più problemi. Ha meno ordine, inciampa di più nei cespugli. La Samp può batterla, ma questo avrebbe un valore quasi definitivo. La Juve non sta giocando bene – spiega -, non con insistenza almeno. Queste sono partite che la squadra più forte riesce a vincere mettendo semplicemente insieme abbastanza episodi per un gol».

Sconcerti mette in guardia la Vecchia Signora da alcuni tranelli che la Sampdoria potrà tendere: «Se la Juve subirà la velocità della Samp può andare molto male, ma non sarebbe allora più una scoperta, sarebbe un segnale decisivo. Che non ha voglia sufficiente di correre, non ha armonia e non ha trovato il suo equilibrio. Cose profane in un campionato così equilibrato. Detto di questi pericoli, tutti logici contro un avversario agile e tecnico come la Samp, non ci sono segnali troppo preoccupanti per la Juve». Al momento di azzardare un pronostico, tuttavia, Sconcerti propende per la squadra di Allegri: «In trasferta ha vinto 5 volte e una volta ha pareggiato. Viene da quattro successi consecutivi dove ha segnato 14 reti, tre e mezzo a gara. Higuain ha segnato 4 gol nelle ultime tre partite. Manca una grande cornice ma il quadro è tutt’altro che pessimo. Dico Juve e dico bella partita».